Tutte 728×90
Tutte 728×90

Roselli: “Il vino si fa con l’uva che si ha”

Roselli: “Il vino si fa con l’uva che si ha”

Il tecnico del Cosenza soddisfatto: “Io un mago? Non posso piacere a tutti altrimenti non farei l’allenatore. L’interpretazione della gara è stata perfetta. Volutamente abbiamo lasciato a loro l’iniziativa”.

Gongola Roselli. Il Cosenza vince una  gara difficile, difficile. Il Matera ha provato a vincerla. E quando tutto lasciava presagire un pari ecco la zampata di La Mantia. Una vittoria che rilancia il Cosenza e lo posiziona nella parte alta di classifica. Sul match odierno questo il pensiero del tecnico silano, Giorgio Roselli. “Il Matera ha avuto le sue palle gol e noi, scampato il pericolo, abbiamo punito un’ottima squadra. I nostri avversari erano più forti, non ci nascondiamo, ma noi abbiamo una nostra identità anche se non a tutti piace”. E poi si lascia andare ad una frase da titolo. “Il vino si fa con l’uva che si ha. E il Cosenza fa un calcio giusto. L’interpretazione della gara è stata perfetta. Volutamente abbiamo lasciato a loro l’iniziativa. Non conta chi tiene meglio il pallone e credo che oggi il Cosenza abbia meritato il successo.  Il Matera non merita questa classifica. Del resto anche in serie A la Juve non è partita bene. Nel calcio ci sono periodi difficili e il Matera visto oggi merita di più. Ma il calcio ti castiga nei momenti difficili e a volte non è facile uscirne”. Infine un plauso al pubblico. “Il Marulla ci da la carica. Speriamo che con questi risultati riusciamo a portare più gente allo stadio e creare ancora più entusiasmo. Io un mago? Non posso piacere a tutti altrimenti non farei l’allenatore”. (co.ch.)

Related posts