Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, contratti in scadenza e sguardi indiscreti

Cosenza, contratti in scadenza e sguardi indiscreti

Se su Tedeschi (biennale) c’è l’Avellino, per Ciancio messaggi criptati da Benevento dopo il derby. E con Statella ci sono già i primi abboccamenti…

C’è una questione che in casa rossoblù potrebbe risultare più spinosa del previsto, con poco margine di movimento per Via degli Stadi. Le buone prestazioni del Cosenza non sono state notate soltanto dagli sportivi silani, ma sono diversi i calciatori già finiti sotto la lente di ingrandimento di altre società che si lasciano ingolosire fin da adesso dall’apertura del mercato e dai contratti degli atleti oggi agli ordini di Giorgio Roselli. Per Luca Tedeschi (‘87) l’Avellino ha già mosso i propri osservatori, spedendoli a Castellammare per prendere appunti nonostante lo stopper abbia biennale in mano. Rispetto alla stagione scorsa dove i Lupi provenivano dai bassifondi della classifica e solo nella parte finale hanno mostrato un volto diverso, stavolta l’alta quota ha attirato sguardi indiscreti e Guarascio a gennaio correrà davvero il rischio di perdere qualcuno se decidesse di aspettare ancora l’estate per rinnovare.
BIG NON PER CASO. I casi più eclatanti di calciatori a scadenza sono quelli di Simone Ciancio (‘87) e Giuseppe Stetella (‘88). Si tratta di due big per la categoria, ma la loro posizione ad oggi pare essere differente. Il terzino, cosa nota, avrebbe gradito legarsi al Cosenza fino al 2017 ed ha accettato il prolungamento di dodici mesi consapevole di poter dimostrare facilmente la domenica il proprio valore. Infortunio a parte, nessuno ha messo in discussione che debba essere una colonna della squadra nel tempo. Dopo la gara di Catanzaro il suo entourage ha registrato l’interesse del Benevento. Tiepido, ma significativo perché testimonia che il terzino ha mercato anche nei periodi morti.
SOTTO L’ETNA. Per l’ala di Melito Porto Salvo, invece, un primo abboccamento c’era già stato in estate tra Meluso e il suo agente. L’intenzione della società era quella di organizzare un incontro tra le parti per creare i presupposti del rinnovo. I noti eventi che hanno caratterizzato i mesi più caldi dell’anno, hanno fatto slittare la tavola rotonda. In occasione della gara di Catania (proprio dove il ds rossoblù incassò il sì dell’esterno all’epoca in forza alla Pro Vercelli, ndr), tuttavia c’è stato un nuovo contatto con la reciproca promessa di incontrarsi al più presto con Guarascio e chiudere il discorso. Infine, occhio ad Andrea La Mantia (‘91): se dovesse continuare così… (Antonio Clausi)

Related posts