Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, un sorriso e due smorfie. Ciancio ok, La Mantia e Vutov ko

Cosenza, un sorriso e due smorfie. Ciancio ok, La Mantia e Vutov ko

Alla ripresa degli allenamenti Roselli non ha potuto fare affidamento sui due attaccanti mandati al tappeto dai calciatori della Paganese. Il terzino tenta un recupero graduale.

Due smorfie per Roselli, ma anche un accenno di sorriso. Il tecnico del Cosenza alla ripresa degli allenamenti ha dovuto constatare gli infortuni di La Mantia e Vutov, vale a dire di mezzo pacchetto avanzato. I due attaccanti sono usciti malconci e sono stati visitati all’interno degli spogliatoi dal dottor Nino Avventuriera. Per entrambi la diagnosi è stata la stessa: riposo e terapie di recupero nonostante si fossero spogliati per mettersi a disposizione del proprio tecnico. L’ex attaccante di Barletta e San Marino paga a caro prezzo un contrasto aereo con il portiere della Paganese Marruocco. La ginocchiata fortuita rifilatagli dall’estremo difensore campano ha indolenzito la regione della cresta iliaca al punto da mandarlo ko: su un suo recupero in vista di sabato c’è però un cauto ottimismo. Discorso simile per il talento della Nazionale Under 21 bulgara. In uno scontro di gioco si è procurato un ematoma sul quadricipite femorale che condiziona i movimenti. Toccherà al fisioterapista Pino Suriano rimetterli in sesto in vista del match contro la Lupa Roma. Di contro, si è rivisto in gruppo Simone Ciancio. Il problema alla caviglia, datato 6 ottobre in occasione di Catania-Cosenza, gli ha fatto saltare il secondo tempo con la Casertana, la trasferta di Castellammare di Stabia, la gara col Matera e quella di Pagani. Oggi è rientrato per completare il programma di recupero graduale. Averlo a pieno servizio sarebbe fondamentale. Ha lavorato a parte Caccetta, per gli altri lavoro di gruppo sui singoli reparti, esercizi atletici e la classica partitella a campo ridotto. (Antonio Clausi)

Related posts