Tutte 728×90
Tutte 728×90

Braglia a Roselli: “Sì, dobbiamo vincere. Ma non sento pressione”

Braglia a Roselli: “Sì, dobbiamo vincere. Ma non sento pressione”

Il tecnico del Lecce sul Cosenza: “Mi aspetto una squadra diversa ed una partita differente domani, ricordando che loro sono davanti a noi in classifica”.

Il tecnico del Lecce Piero Braglia ha analizzato la partita che domani i suoi disputeranno in casa al Via del Mare contro i rossoblù. “Mi aspetto un Cosenza diverso ed una partita differente – ha detto – ricordando che loro sono davanti a noi in classifica. Noi giochiamo in casa e dobbiamo fare la nostra parte, dobbiamo solo fare attenzione a quel calo che è avvenuto ultimamente nel secondo tempo”. Per ciò che concerne la formazione, qualche problema a centrocampo. “Per domani non ho assolutamente dubbi. Curiale è un giocato importante, ma ci sono altri suoi compagni che si impegnano in settimana per rubargli il posto. De Feudis? Ha un problema, dovrebbe giocare uno tra Vécsei e Suciu. Surraco lo sto vedendo bene, ha ripreso gamba e anche stamattina stava in condizione. Lui è un ragazzo un po’ particolare, forse anche più strano di me, ma ha tantissima qualità e in una squadra servono elementi di questo tipo. Abruzzese? Domani gioca, è stato troppo tranquillo e a riposo in questo periodo”. Infine, qualcuno gli fa notare le parole di Giorgio Roselli (clicca qui) a cui Braglia risponde in maniera molto pagata. “Noi dobbiamo vincere, ma non avvertiamo nessuna pressione, si deve fare solo una grande partita. Raimondi e Arrighini sono due grandi attaccanti, il primo lo conosco e l’ho anche allenato a Castellammare”.

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it