Tutte 728×90
Tutte 728×90

Al Coni respinto il ricorso del Catania. Resta il -11

Al Coni respinto il ricorso del Catania. Resta il -11

Gli etnei chiedevano al Collegio di Garanzia dello Sport uno sconto sull’iniziale penalizzazione di -9 e l’annullamento dell’ammenda di 150mila euro.

Si è tenuta oggi presso il Collegio di Garanzia dello Sport del Coni a partire dalle ore 14,30 l’udienza per il ricorso presentato dal Calcio Catania e dall’ex amministratore delegato Pablo Gustavo Cosentino contro la Federazione Italiana Giuoco Calcio. L’esito è stato negativo per i colori rossazzurri che si sono visti respingere il ricorso contro la FIGC e la società Virtus Entella avverso la decisione della CFA, di cui al C.U. n. 024/CFA del 16 settembre 2015, che ha comminato alla società ricorrente  la retrocessione all’ultimo posto nel campionato di Serie B stagione sportiva 2014-2015, oltre alla penalizzazione di 9 punti in classifica e all’ammenda di € 150.000. Il Catania chiedeva che venisse accertata e dichiarata l’illegittimità della suddetta decisione della Corte Federale d’Appello FIGC e, per l’effetto, che ne fosse disposto l’annullamento, con integrale cancellazione delle sanzioni a carico della stessa società. In subordine, che fosse contenuta la punizione nei confronti del club etneo entro i limiti indicati nella richiesta in primo grado dalla Procura Federale (cinque punti di penalizzazione e nessuna ammenda) ovvero, per gradazione, che fosse ridimensionato il provvedimento disciplinare medesimo (penalizzazione e/od ammenda) nella diversa misura ritenuta di giustizia. Per i rossazzurri, pertanto, resta il -11 totale (figlio anche dei controlli Covisoc).

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it