Tutte 728×90
Tutte 728×90

La Lega Pro approva il bilancio 2013-2014 dopo un anno

La Lega Pro approva il bilancio 2013-2014 dopo un anno

Ieri a Firenze il Commissario straordinario Miele ha ottenuto il primo successo in vista delle elezioni della nuova governance previste per il prossimo 22 dicembre.

Nella mattinata di ieri si è svolta a Firenze l’Assemblea della Lega Pro, chiamata ad approvare il bilancio 2013-2014 della stessa Lega Pro, che già in due precedenti tornate assembleari non era stato approvato.
Proprio questo motivo ha dato luogo – come si ricorderà – alle dimissioni della vecchia governance in data 3 luglio 2015 e alla nomina del Commissario straordinario da parte del Consiglio federale FIGC, avvenuta il 7 luglio 2015.L’Assemblea, presieduta dal Commissario straordinario Tommaso Miele, ha approvato con un solo voto contrario e un’astensione, il bilancio 2013-2014.Come ha detto Miele al termine dei lavori, l’avvenuta approvazione del bilancio in questione rappresenta una tappa fondamentale per le successive fasi dell’approvazione del bilancio 2014-2015 e per lo svolgimento dell’Assemblea per le elezioni della nuova governance, già preannunciate per il 22 dicembre. Come si evince dagli atti messi a disposizione delle società interessate, il progetto di bilancio2013-2014 che è stato sottoposto all’assemblea ha sostanzialmente recepito le osservazioni e le conclusioni formulate nella redazione dei relativi documenti dal sub-commissario all’uopo incaricato, dottoer Feliziani.
Al riguardo, peraltro, si è precisato che, seguendo i principi contabili e le osservazioni metodologiche suggerite dallo stesso sub-commissario, previ opportuni ed ulteriori approfondimenti anche di tipo giuridico, il commissario ha ritenuto di apportare le due sole variazioni qui di seguito riportate:
A) È stata operata la rideterminazione del fondo rischi non tenendo conto dell’accantonamento già previsto per una causa di risarcimento tuttora pendente che, ad un più approfondito esame, risulta essere di valore indeterminato e che comunque risulta avere, sulla base di quanto risultante dagli atti, un’ampia copertura assicurativa
B) Fra i debiti, e precisamente fra le fatture da ricevere, si è tenuto conto di un preavviso di notula emesso da uno studio legale pervenuto in data 19 ottobre 2015. Peraltro, essendo tale preavviso di notula stato registrato tra le fatture da ricevere, ed essendo il relativo costo di natura commerciale, si è conseguentemente proceduto a rideterminare l’imponibile fiscale e le relative imposte correnti

Related posts