Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, Criaco ancora con la febbre. Si scalda Guerriera

Cosenza, Criaco ancora con la febbre. Si scalda Guerriera

Cosenza a Benevento con tutti gli effettivi meno Blondett. Ballottaggio in avanti tra Raimondi e La Mantia e a centrocampo tra Fiordilino e Caccetta. Sono favoriti i primi.

Con la pioggia che ha concesso una mattinata di tregua, è cambiata anche la location dell’allenamento di rifinitura. Rossoblù al Sanvitino, con calci piazzati provati sul rettangolo verde principale del Gigi Marulla. La settimana ha portato in dote un problema di non poco conto a Roselli che a Benevento porterà con sé tutti gli uomini a disposizioni. Resterà a casa solo lo squalificato Blondett che nel frattempo ne sta approfittando per venire a capo del fastidio sul collo del piede che ne condiziona le prestazioni da un paio di settimane, ma l’allarme è suonato di nuovo per Criaco. Il sorprendente goleador dei Lupi non si è allenato perché è nuovamente influenzato: si tratta di una ricaduta dopo i miglioramenti di ieri pomeriggio. “Dovrebbe partire con noi – ha detto Roselli – ma aspettiamo ancora qualche ora. Se non dovesse farcela, sarà una brutta gatta da pelare”. Sul bus che viaggerà nel pomeriggio in direzione Sannio, saliranno a bordo 20 elementi: Arrighini, Arrigoni, Caccetta, Ciancio, Corsi, Criaco, Di Somma, Fiordilino, Guerriera, Minardi, La Mantia, Perina, Pinna, Raimondi, Saracco, Soprano, Statella, Tedeschi, Ventre e Vutov. Anche Criaco e La Mantia, pertanto, sono stati regolarmente arruolati per la campagna del Vigorito. Puterio, Novello e Bilotta resteranno invece a disposizione della Berretti. Per ciò che concerne la formazione, davanti a Perina il trainer umbro è obbligato a schierare Corsi e Ciancio sulle corsie laterali e Tedeschi-Pinna in marcatura. A centrocampo salgono le quotazioni di Guerriera che dovrebbe giocare sull’out di destra al posto di Criaco. Per il resto, Statella agirà a sinistra, con la cerniera in mediana formata da Arrigoni e Fiordilino. “Se vedrete Caccetta dall’inizio – chiude Roselli – è perché mi dirà che si sente di giocare almeno un’ora. Il discorso è solo questo”. In caso contrario entrerà nuovamente nella ripresa, per poi provare a convincere Roselli per sabato prossimo. In avanti con Arrighini dovrebbe toccare a Raimondi, ma il ballottaggio con La Mantia resterà vivo fino all’ultimo secondo.

Related posts