Tutte 728×90
Tutte 728×90

Strapotere Foggia. La Casertana limita i danni (2-0)

Strapotere Foggia. La Casertana limita i danni (2-0)

I rossoneri, davanti a 10mila spettatori, offrono una prova maiuscola battendo in modo netto la capolista. Il punteggio poteva essere molto più rotondo.

Una serata nera, da dimenticare per la Casertana, una da incorniciare per il Foggia. Bocciatura netta per i falchetti che allo Zaccheria incassano la seconda sconfitta stagionale offrendo una prestazione davvero scialba e senza personalità. Falchetti in campo timorosi e incapaci di controbattere lo strapotere rossonero. Romaniello recupera in extremis Mangiacasale e rilancia la coppia d’attacco Alfageme-De Angelis. Capodaglio è ok con Rajcic in panchina. In difesa torna Murolo. Mister De Zerbi con Angelo a destra, Maza-Iemmello-Sarno il tridente offensivo. Oltre diecimila persone allo Zaccheria. Partenza subito aggressiva dei satanelli che provano a mettere in chiaro tutta la voglia di vincere. E al nono si grida al gol quando Maza recupera un pallone centrale su Rainone al limite dell’area, tutto solo davanti a Gragnaniello lo spiazza ma manda clamorosamente a lato. La difesa rossoblù balbetta e i centrocampisti non trovano i soliti spazi per le ripartenze. Al 15’ staffilata di Sainz Maza deviata da Rainone in corner. Al 22’ nuovo grosso pericolo per i rossoblù con Sarno che all’altezza del rigore calcia tutto solo spedendo però in curva. Casertana alle corde, inerme e graziata dalla traversa quando Maza calcia da due passi e Gragnaniello viene salvato dal legno. I falchetti non riescono a tenere il ritmo e sono costretti solo al difendersi. Riverola al 42’ tenta da fuori, ma Gragnaniello è attento. Un minuto dopo cross dalla destra di Mangiacasale, narciso per non rischiare mette in angolo. Neppure un minuto di recupero e poi finalmente si torna negli spogliatoi. La ripresa si apre con la prima occasione ospite: angolo di Tito, Idda stacca più alto di tutti e palla che sibila il palo. Ma è solo un lampo perché i rossoneri passano al quarto minuto: Sainz colpisce il palo, poi De Angelis spinge Gerbo e Guccini indica il dischetto. Batte Sarno, Gragnaniello indovina l’angolo senza arrivarci. Foggia in vantaggio. Non c’è la reazione e all’undicesimo Iemmello prova a fare tutto solo entrando in area dalla sinistra, fendente a fil di palo con Sarno che arriva in ritardo a porta libera. Sono le prove generali per il raddoppio che arriva inesorabile al 58’ quando Sainz prende la mira e sorprende Gragnaniello sul primo palo. Primo errore stagionale del portiere e lo spagnolo ringrazia. I foggiani non sono sazi, ma rischiano al 60’ quando De Angelis taglia l’area da sinistra a destra, arriva dalle retrovie Idda che calcia alle stelle. Romaniello gioca la carta Diakitè per Mancosu passando al 4-3-3. La sagra delle occasioni sprecate prosegue e al 67’ sugli sviluppi di una punizione Rainone nel tentativo di allontanare stampa la palla sulla traversa. Entrano Ciotola e Rajcic ma ormai la serata è andata. Sarno testa l’attenzione di Gragnaniello calciando una punizione dai trenta metri e sulla panchina ospite è spasmodica l’attesa per il triplice fischio liberatorio. Al ’92 Idda ci riprova per vie aeree in due occasioni ma prima la mira è imprecisa poi Narciso si rifugia in angolo. Caserta resta in vetta, ma con un preoccupante campanello d’allarme che è ormai scattato. Il Foggia invece si lancia verso le posizioni che gli competono visto l’organico a disposizione di De Zerbi. (sportcasertano.it)

Il tabellino:
FOGGIA (4-3-3):
Narciso 6; Angelo 7, Loiacono 6.5, Gigliotti 6.5, Di Chiara 6; Gerbo 7.5, Agnelli 6.5, Riverola 7 (35′ st De Giosa SV); Sarno 7 (40′ st Viola 6) Iemmello 6, Sainz Maza 7.5 (30′ st Agostinone SV). A disp.: Micale, Bencivenga, D’Allocco, Sicurella, Lodesani, Adamo, Bollino, Tarolli. All.: De Zerbi 7
CASERTANA (3-5-2): Gragnaniello 5; Idda 6.5, Rainone 5, Murolo 6; Mangiacasale 6, Kofy 6, Capodaglio 5.5 (33′ st Rajcic 5), Mancosu 5 (17′ st Diakite 5) Tito 6; Alfageme 5.5 (31′ st Ciotola sv) De Angelis 6. A disp.: Maiellaro, Gala, D’Alterio, Finizio, De Marco, Kuseta, Pezzella, Varsi, Cesarano. All.: Romaniello 5
ARBITRO: Guccini di Albano Laziale
MARCATORI: 5′ st Sarno (rig., F), 14′ st Sainz Maza (F)
NOTE: Spettatori 10mila circa (in curva Nord circa 300 tifosi campani). Ammoniti: Alfageme (C), De Angelis (C), Iemmello (F). Angoli: 7-5 per il Foggia. Recupero: 0’ pt – 4’ st.

 

Related posts