Tutte 728×90
Tutte 728×90

Foggia-Cosenza: le pagelle

Foggia-Cosenza: le pagelle

Sconfitta maturata nel primo tempo e figlia di un atteggiamento rinunciatario dei rossoblù. Positiva la gara di Corsi, mentre Vutov e Fiordilino sono entrati bene in campo.

Perché? E’ la domanda che tutta la città si sta facendo. Perché regalare un tempo al Foggia giocando  i rimanenti 45 minuti meglio dei padroni di casa, che però ormai avevano in cassaforte i tre punti? L’atteggiamento rinunciatario non può che portare un voto basso a Roselli in pagella, così come a Raimondi e Pinna: i peggiori. Si salvano Corsi, per lui un match da gladiatore, e i due ragazzi entrati dalla panchina. (Antonio Clausi)

PERINA: VOTO 6 Quando può, dice di no a Sicurella: incolpevole sui gol. Un palo evita una punizione troppo severa.
CORSI: VOTO 6 (il migliore) Floriano è il primo a lasciare il campo anche grazie a lui. Non concede nulla, prova di grande cuore.
TEDESCHI: VOTO 5 Sorpreso in occasione di entrambe le marcature, ma le sue colpe sono parziali e relative.
PINNA: VOTO 4.5 (il peggiore) Sfortunato nell’azione dell’1-0: tiene in gioco Iemmello che poi fa secco Perina. Imbarazzante sul 2-0.
CIANCIO: VOTO 5.5 Cerca di arginare Sarno per ciò che può ed è tra i pochi a non sfigurare.
CRIACO: VOTO 5 Tentare di poter imbastire un’azione d’attacco è utopia, si sacrifica in fase di non possesso. Lascia il posto a Vutov.
ARRIGONI: VOTO 5.5 Fino al 45’ non può dettare alcuna giocata perché il suo compito è quello di schermo davanti alla difesa. Intercetta qualche passaggio. Con il Cosenza versione 2.0 sale il livello della sua prestazione.
CACCETTA: VOTO 5 Parte perdendo palloni preziosi in mezzo al campo, non accompagna mai l’azione. Sostituito.
STATELLA: VOTO 5.5 E’ il “regista” delle azioni offensive dei rossoblù. Non serve Arrighini su un contropiede sprecando l’occasione per riaprire il match, ma è il più vivo e spesso va via sull’out di destra.
ARRIGHINI: VOTO 5 Isolato e abbandonato ad un triste destino per 45’. Comincia la ripresa ciccando una buona palla su un’uscita folle di Narciso e va due volte in off-side.
RAIMONDI: VOTO 4.5 Un guizzo ad inizio gara, poi è costretto a fare il terzino e scompare.
ROSELLI: VOTO 5 Disegna il 4-3-3, leggasi 4-5-1. Il risultato è che il Cosenza nel primo tempo rinuncia a giocare e prende due gol. Nella ripresa, quando alza il baricentro si riscatta, ma la frittata era già bella e pronta in tavola.

Subentrati
FIORDILINO: VOTO 6 Solita sostanza in mezzo al campo,
VUTOV: VOTO 6 Esalta Narciso con un sinistro potente. Entra bene in partita.
LA MANTIA SV

Related posts