Tutte 728×90
Tutte 728×90

Morrone, prova di forza. Ma che sofferenza con il Magna Graecia (5-2)

Morrone, prova di forza. Ma che sofferenza con il Magna Graecia (5-2)

Gli ospiti trovano per due volte la via del pareggio, ma nel finale i granata dilagano grazie alle reti di Garritano (doppietta), Oliveto, Infusino e Leccadito.

Anticipo del sabato all’Emilio Morrone con orario insolito: fischio d’inizio alle 17. La Morrone ospita la Magna Grecia e cerca di balzare in solitaria al vertice. L’illuminazione rende lo scenario suggestivo e le due squadre si danno battaglia fin da subito. L’inizio dei granata è veemente, dopo un minuto di gioco infatti, Garritano approfitta di un indecisione del portiere avversario per depositare la palla in rete, 1-0. La gara sembra in discesa per i padroni di casa che vanno vicini al raddoppio in un paio di occasioni. All’undicesimo minuto, su una generosissima punizione concessa agli ospiti al limite dell’aria, De Napoli porta la situazione in parità, 1-1. Neanche il tempo di metabolizzare il pareggio che la Morrone ritrova il vantaggio con il gol di Oliveto al 16’, 2-1. La gara, dopo un inizio scoppiettante cala di intensità e si va a riposo con il risultato di cui sopra. La ripresa è emozionante, le squadre si allungano e fioccano le occasioni. Al 62’, Alessi si invola in sospetto fuorigioco verso la porta difesa da Mazza e porta il risultato sul 2-2. Ancora una la Morrone con caparbietà e carattere trova il nuovo sorpasso con la terza rete in campionato dell’appena entrato Paolo Infusino, tra i migliori in questo avvio di stagione, da apprezzare il suo fiuto del gol e la sua professionalità, sempre pronto quando chiamato in causa. La Magna Grecia a questo punto prova a reagire con la sistematica ricerca delle spizzicate della sua torre offensiva e crea qualche grattacapo alla retroguardia diretta dal duo Masottini-Bugliari. Sullo sbilanciamento degli ospiti, inevitabilmente si aprono voragini e praterie per la squadra allenata di mister De Lio. Al 90’ su perfetto lancio di capitan Cardillo, Leccadito con un taglio da destra verso sinistra, arriva a tu per tu con il portiere ospite e lo beffa con un preciso pallonetto. Da apprezzare oltre al Lancio, la caparbietà del capitano granata, vero leader e condottiero di questa capolista. C’è tempo ancora per godersi la doppietta di Garritano, dopo una bella azione iniziata sulla trequarti da Leccadito, rifinita da Infusino e concretizzata dal bomber ex Garibaldina. Nonostante il pesante passivo, gli ospiti hanno venduto cara la pelle, meritando l’onore delle armi, sicuramente la migliore squadra vista fin qui al Marca, complice anche la non perfetta serata in casa granata e le numerose assenze. Emerge ancora una volta la forza della rosa messa in piedi dalla dirigenza, che sopperisce alle difficoltà con il cuore e l’attaccamento alla maglia. Sesta vittoria di fila, primato e testa al Grimaldi.

Il tabellino:
MORRONE-MAGNA GRAECIA 5-2
MORRONE (4-3-3): Mazza 5; Bugliari 6, Masottini 6, Granata 6,5 (De Rose 46’ 6), Caputo 5,5 (Alessio 47’ 5,5); Corrao 5,5 (Ruffolo 6), Cardillo 7,5, Leccadito 7; Garritano 7, Oliveto 6,5 (Infusino 7), Magarò 5,5 (Cribari 6).
MAGNA GRAECIA (4-4-2): Loprete 5,5; Lista 6,5, Demme 6, Greco 5,5, Vallelunga 6; Cavarretta 6, Chillà 6, Mangano 6,5, Alessi 6,5, La Torre 6.
MARCATORI: 1′ Garritano (Mo), 11’ De Napoli (MG), 16′ Oliveto (MO), 62′ Alessi (MG), 63′ Infusino (MO), 90′ Leccadito (MO), 92′ Garritano (MO) 
ARBITRO: Orofino 6
NOTE: serata fredda e umida, spettatori 250 circa.

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it