Tutte 728×90
Tutte 728×90

Parola d’ordine al Sanvitino: dimenticare Foggia

Parola d’ordine al Sanvitino: dimenticare Foggia

Per una manciata di minuti il manto del Marulla è stato off-limits per la stampa. Poi il Cosenza è tornato ad allenarsi al Sanvitino con tutti gli effettivi.

Roselli aveva tutti a disposizione oggi pomeriggio alla ripresa degli allenamenti. I calciatori del Cosenza, però, prima di scendere in campo hanno ascoltato le parole del tecnico al chiuso degli spogliatoi. La sconfitta di Foggia non è stata digerita, ma bisogna voltare pagina perché domenica al Marulla arriverà l’Andria, una delle sorprese del campionato. Ad essere finito sotto la lente di ingrandimento è stato il primo tempo disputato dai rossoblù allo Zaccheria, dove i padroni di casa sono riusciti a mantenere un baricentro altissimo fino al break. Al Sanvitino si è discusso di questo, probabilmente anche quando Roselli ha chiamato tutta la squadra a raccolta sul rettangolo verde principale rendendo off-limits per i giornalisti l’accesso. Solo pochi minuti, poi di nuovo tutti al Del Morgine per un’ulteriore razione di esercizi sulla potenza aerobica e per la classica partitella finale a cui non ha preso parte Criaco in maniera precauzionale. Il Cosenza ha intenzione di chiudere nel migliore dei modi il 2015, un anno che ha regalato ai suoi sostenitori il primo trofeo professionistico per una formazione calabrese e un posto nelle zone alte del girone C. Ancora è presto per azzardare una formazione, ma Fiordilino e Vutov spingono per una maglia da titolare. Domani allenamento pomeridiano di nuovo al Sanvitino, il cui aspetto continua a non essere dei migliori.

Related posts