Tutte 728×90
Tutte 728×90

Pagnozzi presenta il suo programma: “Rilancio economico e d’immagine”

Pagnozzi presenta il suo programma: “Rilancio economico e d’immagine”

Anche il terzo candidato alla presidenza della Lega Pro ha parlato dei suoi progetti: “Sbloccare subito i contributi di 8,5 milioni destinati per legge alla vecchia Serie C, oggi accantonati nel bilancio Coni”.

Ecco anche il terzo programma presentato in vista delle elezioni per la poltrona più importante della Lega Pro. Rilancio economico e d’immagine, nuovo ruolo nel mercato degli eventi sportivi. Sono sostanzialmente 1uesti gli obbiettivi di Raffaele Pagnozzi, ex segretario generale del Coni, che si è candidato a presidente di quella che una volta era la Serie C. “Bisogna rafforzare le regole del gioco – ha detto – ed introdurre armonia e unità di intenti”. Fondamentale a suo avviso aumentare i ricavi dei club, e serve “un’azione di lobbying per recuperare quanto più possibile del finanziamento Coni; sbloccare i contributi di 8,5 milioni destinati per legge alla Lega Pro, oggi accantonati nel bilancio Coni; superare l’impasse legislativa sui diritti tv; modificare gli attuali format eliminatori di Coppa Italia”. Pagnozzi punta pertanto a dare “una nuova immagine alla Lega” e trovarle uno spazio “nel mercato dello sport marketing, innescando un processo di evoluzione in entertainment company e sviluppando progetti come produttore di contenuti esclusivi per i media”. La sponsorizzazione per ciò che lo riguarda non sarà “più solo strumento di visibilità, ma opportunità per la strategia di comunicazione”. Pagnozzi propone di realizzare un “centro multimediale per ideare, produrre e diffondere contenuti esclusivi Lega Pro su tutti i media e definire strategie digital e social che rendano più chiara la sua identità”. Fra le altre proposte anche quella di adottare “un modello organizzativo capace di prevenire i reati sportivi da parte dei tesserati, che configurino circostanze attenuanti, o esimenti, in alcuni casi, a favore dei club”. E di introdurre “nuove regole per l’ammissione delle nuove proprietà, sull’esempio di Leghe estere”. (ansa)

Related posts