Cosenza Calcio

Roselli: “La sfortuna si è accanita su Caccetta. Fiordilino deve confermarsi”

Il tecnico del Cosenza: “L’Andria è un avversario temibile che ha già battuto due big. Vutov? Potrebbe giocare così come Blondett, ma non è detto. Aspetto La Mantia già per il 9 gennaio”.

Giorgio Roselli ha vissuto giorni particolari. Non solo il ko di Foggia, ma l’operazione di La Mantia e l’infortunio di Caccetta hanno minato la serenità del suo collettivo. Il timore che possano esserci risvolti negativi in campo è vivo, ma la situazione sembra essere sotto controllo. “Ieri non piangeva solo Caccetta, ma molti suoi compagni. Il gruppo è unito. Io sono molto rammaricato: stavo per fischiare tre volte la fine e non l’ho fatto: alla quarta si è fatto male. Oggi ho visto i ragazzi più tranquilli, ma il pensiero va a chi non potrà essere in campo con loro”.
UNA PERDITA PESANTE. Toccherà a Fiordilino prendere il posto del capitano nella gara con l’Andria. “Finora ha quasi sempre giocato lui e probabilmente domani lo avrebbe fatto proprio con Caccetta. Dispiace molto per Cristian: la sfortuna si è accanita verso questo ragazzo. Quando sono arrivato un anno fa, era appena rientrato da un infortunio. Poi a Foggia fu vittima du un duro intervento alla caviglia che lo costrinse allo stop e a settembre il problema alla schiena lo tenne fermo nove settimane. Il suo valore non si discute, tanto che lo feci capitano dopo qualche giorno”. Resterà molto tempo lontano dal campo di gioco, ma Roselli non intende parlare di mercato. “Indosserà il tutore per un mese, poi farà dei controlli con il professore Mariani: è impossibile oggi parlare di recupero, ma almeno due mesi dobbiamo contarli. Il mercato è l’ultimo dei problemi, io ho in mente soltanto la gara con l’Andria. Alleno in un contesto particolare e non è un problema del sottoscritto: il mio compito è portare i calciatori ad essere da Cosenza. Ci penseranno Meluso e il presidente ad operare, ma ad oggi questo pensiero non mi ha sfiorato”.
LA FORMAZIONE. Per ciò che concerne l’undici titolare, sono vivi i ballottaggi Pinna-Blondett in difesa e Vutov-Raimondi in attacco, reparto che non potrà contare su La Mantia. “Andrea ha vissuto un ottimo avvio di campionato – spiega il trainer umbro – e per fortuna il problema al menisco si è rivelato quello che speravamo. E’ stato rimesso a posto e lo aspettiamo già per il 9 gennaio o al massimo per la gara seguente. A centrocampo come detto ci sarà Fiordilino, ma è possibile che domani possa piacere meno ai tifosi. Essendo un esordiente, ogni cosa che faceva era giudicata positivamente. Adesso deve dimostrare di avere il carattere giusto per continuare a fare bene e confermarsi. Sono convinto che ci riuscirà”. Roselli si sbilancia poco anche sui dubbi che animano la vigilia del Marulla. “Novità, sorprese, conferme? Non lo so, ma i calciatori che considero titolari giocheranno sempre tanto. Se qualcuno sta fuori per un po’, sa che tornerà protagonista a breve. Vutov? Potrebbe giocare così come Blondett, ma non è detto”.
AVVERSARIO OSTICO. L’Andria è partita molto bene vincendo a Lecce, poi ha continuato a macinare punti battendo domenica scorsa la capolista Casertana. “Vero, ora è a -4 dai playoff e a -2 da noi. Ha in organico gente come Tartaglia, Cortellini e giovani di buona prospettiva. Noi però sappiamo che al pari delle altre gare non sarà una passeggiata questa partita”. Chiusura dedicata alla classifica. “Sarei molto felice se chiudessimo il girone di andata a quota 28, ecco perché non posso pensare a Lecce-Benevento. Del resto saremo impegnati in un match di uguale difficoltà. Dobbiamo arrivare a poche giornate dalla fine restando lassù. E’ fondamentale per il Cosenza e per le altre squadre che compongono il blocco delle cosidette inseguitrici, evitare di arrivare ad un distacco poi incolmabile di 10 punti”.

Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina