Tutte 728×90
Tutte 728×90

La Morrone ha già un’identità. E nel 2016 si aspettano i successi

La Morrone ha già un’identità. E nel 2016 si aspettano i successi

I granata, rifondati a settembre dalle ceneri del fallimento del 1993, hanno vinto tutte le partite, vantano il migliore attacco e la migliore difesa. La società è affamata di vittorie.

Sembra passata un’eternità da quel caldo inizio di settembre, durante il quale l’A.C. Morrone si è radunata, rinascendo dalle ceneri del fallimento datato 1993. Sono passati solo 4 mesi, che nell’arco di una vita intera sono un batter di ciglia. Eppure, la compagine granata, in così poco tempo, si è saputa costruire un’identità ben precisa, riuscendo a chiudere l’anno in testa alla classifica, da imbattuta. Tutto questo è sicuramente merito del duro lavoro fatto dai ragazzi, grazie al contributo prezioso e sapiente dello staff e all’intraprendenza e meticolosa organizzazione della giovane società. Già a partire dal precampionato, la Morrone aveva suscitato buone sensazioni, tenendo testa ad avversari di categoria superiore e mostrando, soprattutto, una condizione atletica invidiabile. Il campionato iniziato a fine ottobre, ha confermato quello che era un presentimento. Dall’inizio corsaro di Dipignano in poi, i bruzi hanno collezionato solo successi, facendo il vuoto in classifica. La Morrone, infatti, guida la graduatoria con 21 punti, seguita dall’Eugenio Coscarello a 19, che ha però l’handicap di una gara in più. Alle spalle della coppia di vertice, si è creata una voragine. La terza forza del torneo si trova a quota 13 punti e si tratta del Dipignano, appaiato in classifica al Grimaldi. Proprio il Grimaldi è stata l’ultima formazione ad affrontare la capolista, in una gara che ha mostrato tutta la forza dell’organico di Mister De Lio, capace di stravincere per 4-0 in trasferta. Con 28 gol fatti e 5 subiti, la Morrone ha la migliore difesa e anche il miglior attacco del torneo. Grazie agli otto gol realizzati, Oliveto tinge di granata anche la graduatoria dei bomber del girone C. All’attaccante ex rende, protagonista, suo malgrado, di un brutto scontro di gioco che gli ha causato la frattura della base della falange distale del dito, nell’ultima gara dell’anno, va un augurio di pronta guarigione. Per quanto riguarda le statistiche interne alla squadra, scopriamo che Bugliari e Leccadito sono gli stacanovisti del gruppo, rispettivamente con 585 e 564 minuti giocati. Oliveto, con un gol ogni 60 minuti, guida anche la classifica della media gol. Altra lieta notizia, che renderà felice la dirigenza, è la classifica della coppa disciplina.
Anche qui la Morrone primeggia, 0 sono i cartellini rossi e pochissimi sono i gialli. Questa statistica rappresenta la mentalità societaria, intenzionata fin da subito a promuovere un calcio pulito e di sani valori, dove a farla da padrone sono il fair play e la correttezza. Per tornare all’attualità, la squadra, dopo aver battuto il Grimaldi, ha partecipato alla serata di Gala, organizzata in maniera impeccabile dalla società. La serata è stata l’occasione ideale per promuovere lo stile Morrone, fatto di eleganza ed educazione. In uno splendido scenario, con ottimo cibo e buona musica, la rosa al completo, lo staff e le varie consorti, hanno festeggiato l’ottimo inizio di torneo e l’arrivo del natale. La squadra nei giorni successivi ha svolto due sedute di allenamento, una di scarico e l’altra, nella mattinata del 23 dicembre, prettamente atletica. Durante l’ultimo allenamento prenatalizio, agli ordini di prof Manna, i ragazzi hanno effettuato le temibili ripetute, rifacendo per 5 volte i mille metri. A detta dello staff, i tempi sono risultati eccezionali, sintomo di ottima salute atletica. Finite le ripetute è stato ordinato il “rompete le righe” in vista delle festività natalizie. L’attività agonistica è ripresa domenica 27 dicembre, mediante una partita amichevole che si è svolta al comunale “F.lli Oliva” di Diamante. La partita è stata organizzata nell’ambito dell’ottava edizione del Memorial “Cristian nel cuore” dedicato alla memoria di Cristian Marra. La Morrone, come società, si mostra sempre sensibile alle cause sociali. Il ricavato dell’iniziativa, infatti, servirà a co-finanziare il progetto di riqualificazione del giardino retrostante la galleria San Biagio, un atto concreto che segue ai lavori svolti sulla piazzetta dedicata ai caduti a cui fu destinato il ricavato della passata edizione. Il risultato finale, che ha visto la Morrone battere i padroni di casa, passa in secondo piano. Ha vincere infatti è stato lo sport e la solidarietà. Il 28 dicembre, i ragazzi di mister De Lio si sono infine radunati presso il centro sportivo Marca, per iniziare il richiamo invernale di preparazione. L’appuntamento con il campionato è per sabato 9 gennaio, anticipo della nona giornata, che vedrà i ragazzi del presidente Russo affrontare l’ostico Celico.

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it