Tutte 728×90
Tutte 728×90

La politica dei piccoli passi

La politica dei piccoli passi

– l’editoriale di Piero Bria –
Roselli e Mutti uniti dal 4-4-2 e da un concetto: male che vada in gara, un punticino fa sempre morale oltre che classifica. E chi va piano va sano e va lontano…

Cerchiamo di partire tutti da un concetto essenziale. Se Raimondi sbaglia un rigore non è certo colpa dell’allenatore; se Arrighini a pochi passa dalla porta spedisce alto di testa non può e non deve essere colpa dell’allenatore; se Statella dopo trenta metri palla al piede invece di dialogare tira da posizione impossibile non è assolutamente colpa dell’allenatore. Alcuni penseranno che sono le scelte del tecnico a determinare gli episodi. Purtroppo non è così. Basarsi su un errore di un singolo per cercare di trovare difetti nel tecnico non è un modo per affrontare il tema principale: i silani non costruiscono gioco ma si basano sulle invenzioni dei singoli. La partita di Ischia, vinta meritatamente, ci fa capire come fino ad oggi il Cosenza ha conquistato una posizione invidiabile in classifica. Squadra corta dove tutti gli effettivi hanno il compito di pensare prima a difendere. Non consentire all’avversario di avere corridoi di passaggio occupando le zone in maniera minuziosa. Con questi presupposti il Cosenza si è fatto strada fino ad ora. Il discorso è diverso quando i silani entrano in possesso palla: in questo caso ci sono poche idee ma che finora stanno premiando.
Il 4-4-2 (o 4-4-1-1 come piace dire ad altri) del Cosenza è atipico se messo a confronto con altri allenatori amanti di questo modulo (ricordate Mutti?).
Mutti teneva e molto alla fase difensiva ma cercava anche di proporre il suo modo di fare calcio con le sovrapposizione dei terzini, i cross dal fondo, il dialogo tra le punte. Roselli, invece, difficilmente lascia ampio sfogo ai terzini e gioca con gli esterni di centrocampo posizionati sulla fascia opposta al loro piede. Entrambi, però, sono uniti da un concetto base: difendiamoci bene perché male che vada prendiamo un punticino che fa sempre morale oltre che classifica. Un po’ come la politica dei piccoli passi… chi va piano va sano e va lontano.

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it