Tutte 728×90
Tutte 728×90

Blondett ci crede: “I conti alla fine, ma inizio a guardare la classifica”

Blondett ci crede: “I conti alla fine, ma inizio a guardare la classifica”

Il difensore del Cosenza chiama: “Un risultato positivo a Martina potrebbe invogliare la gente a venire allo stadio col Catania. Dobbiamo, però,  pensare di partita in partita”. 

Il Cosenza è tornato al lavoro dopo la bella vittoria conquistata sul terreno di gioco dell’Ischia e per preparare al meglio la sfida di domenica prossima contro il Martina. Alla consueta chiacchierata, alla ripresa dei lavori, questa settimana si è presentato il difensore Edoardo Blondett soddisfatto per i tre punti conquistati contro i campani. “Chiudere il girone di andata con un blitz è stato importantissimo. Tra l’altro è stata la prima vittoria in trasferta in questa stagione ed è arrivata in maniera sofferta grazie ad una gran punizione di Arrigoni. A mio avviso sono stati tre punti meritatissimi per quello che si è visto in campo”. Il Cosenza chiude il girone di andata a quota 3o, a sole quattro lunghezze dalla vetta. “Non so in quanti si aspettassero questo ruolino di marcia, ma di sicuro noi abbiamo sempre creduto fin da inizio stagione di poter far bene. I bilanci si fanno alla fine, noi di certo vogliamo arrivare più in alto possibile. Abbiamo fatto un gran girone di andata e bisogna continuare così. Da più di un anno che stiamo facendo grandi cose. Con la consapevolezza di essere una grande squadra possiamo dar fastidio a diverse formazioni. La classifica? La guardo e sbircio anche quella degli altri gironi per tenere d’occhio il quarto posto. Il nome Cosenza circola sempre più per le candidate al salto di categorie e la cosa mi mi riempie d’orgoglio”. Il direttore Meluso ed il presidente in estate hanno deciso di non stravolgere la squadra ma di puntellarla. “L’ossatura è rimasta invariata questa secondo me sta facendo la differenza. C’è tanta soddisfazione ad essere tra le prime. L’obiettivo rimane sempre lo stesso cioè quello di migliorare la posizione della passata stagione. Quando ti trovi in queste posizioni c’è grande soddisfazione”. Nel mercato di riparazione il Cosenza ha preso Cavallaro ma potrebbe arrivare ancora qualche altra pedina. “A mio avviso siamo una squadra completa, ma non compete a me dirlo. Di questo se ne occuperanno il mister, il direttore ed il presidente. Se dovesse arrivare qualcuno verrà soltanto per migliorare qualitativamente la squadra”. Sarà un campionato equilibrato fino alla fine. “Tutte le squadre che sono  nelle prime posizioni sono candidate alla vittoria finale. Di sicuro Foggia, Casertana e Lecce hanno qualcosa in più rispetto alle altre”. L’unica cosa che stona in questo girone di andata è certamente la poca affluenza sugli spalti del Marulla. “Il pubblico sarebbe l’acquisto più importante. Vedere il Marulla vuoto fa male al cuore. Ormai mi sono innamorato di questa città e sono felicissimo di vivere qui. Il pubblico fa la differenza e con gli spalti pieni questo stadio è il dodicesimo uomo in campo”. Domenica il Cosenza andrà sul terreno di gioco del Martina. “Siamo consapevoli che un risultato positivo contro il Martina potrebbe invogliare la gente a venire allo stadio nella sfida contro il Catania. Dobbiamo, però,  pensare di partita in partita. Adesso ci sarà il Martina e non sarà una gara semplice. Non possiamo permetterci di pensare di essere più forti degli avversari. Andremo in Puglia con la consapevolezza che è una grossa squadra. Noi vogliamo far bene ed iniziare il girone di ritorno nel migliore dei modi”.

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it