Tutte 728×90
Tutte 728×90

Martina-Cosenza: le pagelle

Martina-Cosenza: le pagelle

Strepitosa la prestazione di Fiordilino, così come Arrighini ha dimostrato di cosa è capace se servito in profondità. Compagine quadrata quella rossoblù.

Partita grintosa e di sacrificio per il Cosenza che non si lascia intimorire dall’espulsione di Pinna e cerca con i denti una vittoria mai stata in discussione. Positivo l’esordio dal 1’ di Cavallaro, strepitose le prestazioni di Fiordilino e Arrighini che ha colpito da bomber vero. (Antonio Clausi)

PERINA: VOTO 7 Strepitoso su una punizione, poi ordinaria amministrazione. Nel finale due brividi: il palo lo grazia e con un volo plastico blinda la porta. In tutti e tre i casi a piangere è Baclet.
CORSI: VOTO 7 Una gara senza sbavature, diligenza tattica estrema. Dalle sue parti non passa nessuno: è uno stantuffo.
BLONDETT: VOTO 6.5 Gli tocca guidare la retroguardia senza Tedeschi e fornisce le risposte che Roselli si aspettava. Da addebitargli solo qualche peccatuccio veniale.
PINNA: VOTO 5 (il peggiore) Diakite nel primo tempo lo sovrasta di testa e sfiora il vantaggio. Poi l’ingenuità colossale e il rosso.
CIANCIO: VOTO 6 Parte raccogliendo il guanto della sfida lanciato da Schetter: i due se le danno di santa ragione. Spinge quando può.
CRIACO: VOTO 6 Da centrocampista centrale è sempre nel vivo delle azioni. Subisce una brutta gomitata nella ripresa.
ARRIGONI: VOTO 6.5 Una punizione velenosa stava per ingannare Viotti. Con i suoi in dieci fa il centrale al fianco di Blondett e, come logica vuole, soffre solo sulle palle alte.
FIORDILINO: VOTO 8 (il migliore) Qualità e sostanza in mezzo al campo, sapienti verticalizzazioni e lettura delle trame avversarie. Il rigore è per tre/quarti merito suo. Partita degna di un campionato di Serie B, come l’assist per il 2-0.
CAVALLARO: VOTO 7
Freddissimo dal dischetto. Parte largo a sinistra non aiutando Ciancio che soffre un po’. Poi capisce il meccanismo e il Cosenza torna solido. Può dare una grossa mano.
VUTOV: VOTO 6.5
Un folletto quando passa sulla corsia di destra per necessità. Sguscia via sempre che è una bellezza e si sacrifica coi compagni. Ad oggi è insostituibile.
ARRIGHINI: VOTO 7.5 Sfortunato sul cross di Ciancio quando la zampata-gol gli viene deviata in corner. Si procura il penalty e l’arbitro gliene nega un altro. Da bomber vero, finalmente, sigla il 2-0 come piace a lui: servito in profondità. Esce stremato e tra gli applausi meritati.
DE ANGELIS (Roselli squalificato): VOTO 7 Squadra sbarazzina, per nulla dedita alle ripartenze. L’idea è fare la partita. Vincente la decisione di non sostituire nessuno dopo l’espulsione di Pinna. E’ un Cosenza che sa vestire più abiti.

Subentrati
GUERRIERA: VOTO 6 Si piazza a destra e dà una mano a Corsi.
DI SOMMA SV Esordisce tra i professionisti, auguri.

Related posts