Tutte 728×90
Tutte 728×90

Da Raimondi che stilettate: “A Cosenza è dura per gli attaccanti”

Da Raimondi che stilettate: “A Cosenza è dura per gli attaccanti”

Il fantasista, ora a Benevento, ha parlato della sua ultima avventura in Calabria nel giorno della presentazione ufficiale: “Ho voglia di riscatto, dovevo cambiare”.

Andrea Raimondi non risparmia una battuta alla sua vecchia squadra e, nel giorno della presentazione ufficiale a Benevento, lancia qualche messaggio che di certo non piacerà a Roselli e al club silano. “Per come si gioca a Cosenza  ha detto a resport24è difficile esaltare le caratteristiche degli attaccanti, qui invece in fase di attacco si parte tutti insieme“. L’avventura dell’ex fantasista del Venezia al Marulla è stata però caratterizzata da tanti voti negativi in pagella e da un amore mai sbocciato con il pubblico rossoblù. Questro sebbene sia partito quasi sempre dall’inizio nel girone di andata. “Mi ha chiamato direttamente il ds Di Somma che conoscevo molto bene dai tempi di Castellammare – continua – ed ho accettato subito Benevento perché è una piazza importante. A Cosenza non mi sono trovato benissimo in questi 6 mesi per motivi che comunque non sto qui a raccontare. In Calabria sono stato anche sfortunato, perché delle 7-8 palle gol che ho avuto, non ne è entrata dentro neanche una e sentivo la necessità di cambiare. Ho tanta voglia di riscatto”. Dal punto di vista della squadra, invece, Raimondi elogia i suoi vecchi compagni. “Il Cosenza è una squadra difficile da battere, molto ordinata e compatta. Il Foggia è stata la squadra più difficile da affrontare, ma ricordo anche che la partita al Vigorito fu molto complicata”.

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it