Tutte 728×90
Tutte 728×90

Rubare palla e ribaltare l’azione. Il Cosenza lavora sull’esplosività

Rubare palla e ribaltare l’azione. Il Cosenza lavora sull’esplosività

I rossoblù hanno provato una serie di soluzioni tattiche simulando il 4-3-3 del Messina. Ancora assente Caccetta, mentre Ciancio ha passato la mattinata in piscina.

Il Cosenza continua a lavorare in vista della sfida di domenica alla 15 al Marulla contro il Messina. La squadra ha svolto una seduta intensa di circa due ore sul terreno di gioco della struttura Popilbianco. Tutti a disposizione di Roselli tranne Caccetta fermo a causa della febbre e Ciancio che si è fatto vedere soltanto sul finire della sessione. Insieme al segretario Bandiera si è accomodato in panchina dopo aver sostenuto un lavoro personalizzato in piscina. La sua presenza contro il Messina è fortemente in dubbio. Statella, invece, si è regolarmente allenato insieme alla squadra, però non è ancora al meglio. A sincerarsi delle sue condizioni a bordo campo c’era anche il direttore Meluso che ha chiesto come andava il fastidio muscolare che lo ha costretto ai box nelle scorse settimane. Probabile che il calciatore non venga rischiato e che torni a completa disposizione per la gara con il Catanzaro. Tutto ok per La Mantia che si candida per una maglia da titolare così come Tedeschi. Rosselli ha fatto svolgere alla squadra una seduta prettamente tattica. Da un lato ha schierato un 4-4-2 mentre dall’altro ha simulato lo schieramento del Messina il 4-3-3. Il tecnico ha alternato tutti gli uomini a sua disposizione, chiedendo di rubare palla e ripartire velocemente con grande esplosività. Per il momento in avanti è ballottaggio a tre per due maglie. Infatti Arrighini, La Mantia e Vutov hanno tutti le stesse probabilità di scendere in campo domenica. La squadra domani svolgerà la consueta rifinitura e il tecnico scioglierà gli ultimi dubbi di formazione. (Antonello Greco)

Related posts