Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza-Catanzaro: le pagelle

Cosenza-Catanzaro: le pagelle

Uno spettacolo da ricordare sugli spalti. Coreografie, sfottò e tanta passione. Il derby in campo vede prima gli ospiti esultare e poi i silani pareggiare e sfiorare il vantaggio.

Non ingannino il cielo grigio. Sul San Vito Marulla splendeva il sole della Curva Sud e della Tribuna A. Uno spettacolo da che ha colorato una giornata uggiosa. In campo due squadre che hanno giocato a viso aperto. Pesa l’errore al 6’ di Cavallaro ma, in  precedenza, Perina è stato chiamato al miracolo in almeno due circostanze. Poi la rete di Patti con Di Nunzio e Corsi disattenti. Nella ripresa con l’ingresso di La Mantia si cambia registro con i silani che meriterebbero molto di più per le occasioni create. (Piero Bria)

PERINA: VOTO 7. Strepitoso in almeno due circostanze. Nulla può sul colpo di testa di Patti.
CORSI: VOTO 6. Squillace dalle sue parti è molto attivo. Si perde Patti insieme a Di Nunzio. Nel complesso gioca una buona gara, ordinata.
PINNA: VOTO 6,5. Mancuso lo attacca sulle ripartenze e lui non si fa trovare impreparato.
TEDESCHI: VOTO 6,5. Inizio difficile per lui. Soffre i movimenti di Razzitti e Firenze. Nel finale è provvidenziale.
DI NUNZIO: VOTO 6. Inizialmente in affanno. Sul gol ospite non legge bene il movimento di Patti insieme a Corsi. Soffre i calci piazzati maledettamente.
ARRIGONI: VOTO 6. E’ in affanno perché si ritrova costantemente in inferiorità numerica in mezzo al campo. Cresce nella ripresa.
FIORDILINO: VOTO 8. Prova a fare sportellate e con Arrigoni in tilt prova lui a dettare i ritmi del gioco. E’ lui oggi l’anima del centrocampo.
CRIACO: VOTO 6. Prova a scuotersi in alcune circostanze. Si accentra spesso e volentieri provando a trovare un varco che il Catanzaro non gli concede.
STATELLA: VOTO 6. Quando accelera è pericoloso. Da un suo tiro nasce la prima vera occasione con Cavallaro che colpisce il palo.
CAVALLARO: VOTO 6. Su di lui pesa l’errore clamoroso al 6’ quando, a porta vuota, spedisce la sfera sul palo. Si riscatta servendo a La Mantia la palla del pareggio.
ARRIGHINI: VOTO 5,5 (il peggiore). Qualche movimento in verticale e nulla più.
ALL. ROSELLI: VOTO 6,5. Nel primo tempo il suo Cosenza lascia il pallino del gioco agli ospiti. Dopo aver rischiato in almeno due circostanze è Patti a trovare lo spazio giusto per punire. Nella ripresa è un’altra storia con l’ingresso di La Mantia.

Subentrati
LA MANTIA: VOTO 8 (il migliore) Supremo in occasione del pari. Per poco non concede il bis.
VUTOV: VOTO SV. Pimpante sin da subito ma tocca pochi palloni.
PARIGI: VOTO SV. Troppo poco in campo per essere giudicato.

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it