Tutte 728×90
Tutte 728×90

Erra: “Il pareggio è giusto, a Cosenza e Catanzaro un tempo a testa”

Erra: “Il pareggio è giusto, a Cosenza e Catanzaro un tempo a testa”

Il tecnico dei giallorossi raccoglie un punto in una gara molto combattuto. “Oggi la pressione del Cosenza ad inizio ripresa c’ha un pò intimoriti e li abbiamo rimessi in partita”.

Il tecnico del Catanzaro Alessandro Erra è soddisfatto per il punto strappato al Cosenza. “Abbiamo preso gol su una giocata individuale di Cavallaro, che abbiamo sofferto molto, ed un colpo di testa di La Mantia ha sottolineato in sala stampa – Peccato perchè sapevamo le loro giocate sugli esterni. Il ritorno del Cosenza, che nella ripresa ha giocato meglio, però ci sta dopo il nostro ottimo primo tempo. Nel complesso ritengo sia pari giusto. Peccato perchè nelle tre trasferte del girone di ritorno contro Casertana, Juve Stabia e Cosenza siamo sempre andati in vantaggio ma non siamo mai riusciti a vincere. Dobbiamo stare ancora attenti e tirarci fuori dalla zona pericolosa. Meglio fuori casa? Probabilmente in trasferta abbiamo meno pressione e riusciamo ad esprimerci meglio. Dobbiamo riuscire ad aumentare il minutaggio delle prestazioni positive, anche al secondo tempo delle partite in trasferta. Oggi la pressione del Cosenza ad inizio ripresa c’ha un pò intimoriti e li abbiamo rimessi in partita. Ce la siamo giocati uomo contro uomo non sfigurando e con il doppio schermo dei 4 difensori più i due mediani  per cercare di evitare le loro ripartenze, visto che negli ultimi tempi abbiamo preso sempre gol così. Il gol annullato? Non ho visto e non posso giudicare. La differenza la fanno i particolari ed il Cosenza ha intrapreso una strada che dura dallo scorso anno. Sono una squadra quadrata, sorniona. A volte sparagnina ma che riesce sempre a creare difficoltà all’avversario. Noi a volte siamo anche belli da vedere ma poco concreti. Bisognerebbe trovare un giusto compromesso tra le due cose. Stiamo raccogliendo forse meno di quanto meritiamo. Da quando sono arrivato a Catanzaro, ho provato a cambiare la mentalità di questi ragazzi. Provandocela ad andare a giocare dappertutto. Il penultimo posto non rispecchiava i valori di questa squadra, ma la strada è ancora lunga e dobbiamo stare sempre attenti. Derby atmosfera bellissima. Ho rinnovato per altri due anni con un programma ambizioso qui a Catanzaro. Programmare il futuro come ha fatto il Cosenza, senza esagerare, è qualcosa che mi piace.

Related posts