Cosenza Calcio

Corazzata Benevento, ma il Cosenza sogna. Ecco tabellini e voti della Lega Pro/C

Rossoblù quarti dopo il blitz a Caserta. Il Lecce fa suo il derby con il Foggia e lo scavalca. I sanniti nel posticipo domenicale annichiliscono il Monopoli.

La giornata numero ventidue ha fatto registrare uno scossone nelle posizioni di vertice, ma non al primo posto dove il Benevento ha annichilito il Monopoli 3-2 con le reti di Cissè, Mazzeo e Marotta: non ingannino i centri di Di Mariano e Bacchetti. A ridere sono però Lecce e Cosenza, uscite vincitrici dai confronti diretti con Foggia e Casertana. In un derby infuocato al Via del Mare davanti a 13mila spettatori Lepore porta subito in vantaggio i giallorossi che fanno esporre i Satanelli per colpirli in contropiede con Curiale e Sowe nella ripresa. A nulla vale il gol di Agnelli in zona Cesarini: il sorpasso è cosa fatta. De Zerbi non solo guarda dal basso verso l’altro Braglia, ma si è fatto agganciare dal Cosenza. A spedire i Lupi in orbita è Arrigoni che piega la Casertana a domicilio al 41′ della ripresa. Da stasera Roselli è la migliore quarta dei tre gironi, a fine campionato vorrebbe dire playoff. Il Matera dietro il gruppo che guida la volata non va oltre 1-1 con il Messina, passato in vantaggio con Gustavo e ripreso nel secondo tempo da Albadoro. Bene la Juve Stabia che ne rifila sei al malcapitato Martina. Il risultato tennistico (gol di Del Sante, Izzillo, Diop, Lisi con una doppietta e autorete di Gabrieli, ndr) costa la panchina a Cari. Continua a regalare prove di solidità la Paganese di Caccavallo, da ieri nuovo capocannoniere solitario del girone a quota 13. Un suo guizzo e un acuto di Bocchetti piegano le resistenze di una Lupa Castelli destinata ormai alla D. Quinta vittoria consecutiva per l’Akragas di Pino Rigoli: Di Grazia e Di Piazza sbancano Andria. Ai pugliesi non basta il tardivo 2-1 di De Vena. Il Melfi sbriga la pratica Ischia nel primo tempo: Giacomarro, Canotto e Masini i goleador di giornata. Finisce a reti bianche Catanzaro-Catania. Ecco tutti i tabellini.

MONOPOLI-BENEVENTO 2-3
MONOPOLI (3-4-3): Pisseri 7.5; Esposito 5, Bacchetti 6, Bei 4.5 (16’ st Meduri 6); Luciani 6.5, Viola 5.5 (28’ st Lescano 6), Romano 6.5, Mercadante 5.5; Rosafio 5, Croce 6, Di Mariano 6.5 (38’ st Gambino sv). A disp.: Pellegrini, Ferrara, Pinto, Tarantino, Difino, Djuric, Battaglia, Ricucci, Maresca. All.: Tangorra 5.5
BENEVENTO (3-4-3): Gori 7.5; Mattera 6, Lucioni 6.5, Pezzi 6; Troiani 6 (21’ st Mazzarani 6), De Falco 6.5, Del Pinto 6.5, Lopez 6.5; Ciciretti 6.5 (28’ st Campagnacci 6), Cissè 7.5 (4’ st Marotta 7), Mazzeo 7. A disp.: A disp.: Piscitelli, Mazzarani, Padella, Angiulli, Vitiello, Raimondi. All.: Auteri 7
ARBITRO: Di Martino di Teramo
MARCATORI: 2’ pt Cisse (B), 10’ pt Di Mariano (M), 13’ pt Mazzeo (B, rig.), 25’ st Marotta (B), 46′ st Bacchetti (M)
NOTE: Spettatori circa 2000 con almeno 700 ospiti. Ammoniti: Bei, Troiani, Lopez, Bacchetti, Rosafio, Marotta. Angoli: 5-1 per il Benevento. Recupero: 1’ pt – 3’ st

LECCE-FOGGIA 3-1
LECCE (4-4-2): Perucchini 6.5; Alcibiade 7, Cosenza 7, Abruzzese 7, Legittimo 7; Lepore 8, Papini 6, Salvi 6.5, Liviero 6 (41’ st Vecsei sv); Surraco 5.5 (9’ st Sowe 7), Moscardelli 6 (30’ st Curiale 7). A disp.: Bleve, Beduschi, Camisa, De Feudis, Lo Sicco, Carrozza, Caturano. All.: Braglia 7.5
FOGGIA (4-3-3): Narciso 5.5; Angelo 5.5, Lanzaro 5, Gigliotti 5, Loiacono 5; Agnelli 6, Vacca 5 (30’ st Chiricò sv), Riverola 4.5 (1’ st Gerbo 6); Sarno 5.5, Iemmello 6, Arcidiacono 5 (19’ st Maza 5). A disp.: Micale, De Gennaro, Bencivenga, Agostinone, Quinto, Coletti, Lodesani, Floriano. All.: De Zerbi 5
ARBITRO: Baroni di Firenze
MARCATORI: 6’ pt Lepore (L), 32’ st Curiale (L), 37’ st Sowe (L), 40’ st Agnelli (F)
NOTE: Spettatori circa 13mila. Ammoniti: Surraco, Legittimo, Lanzaro e Perucchini. Angoli 5-2 per il Foggia. Recupero: 1’ pt – 5’ st

MATERA-MESSINA 1-1
MATERA (4-3-3): Bifulco 7; Di Lorenzo 6, Ingrosso 6, Piccinni 6, Tomi 6.5; De Rose 6.5, D’Angelo 6 (46’ st Pagliarini sv), Casoli 6; Rolando 6.5 (24’ st Gammone 6), Infantino 6.5, Albadoro 7.5 (36’ st Meola sv). A disp.: Biscarini, Zanchi, Zaffagnini, De Franco, Scognamillo, Dammacco, Morra, Petitti. All.: Padalino 6
MESSINA (4-3-3): Berardi 6.5; Mileto 5.5, Burzigotti 6.5, De Vito 6, Ge. Russo 6; Giorgione 5.5, Gi. Russo 6 (20’ st Biondo 6), Zanini 6; Gustavo 7 (36’ st Barilaro sv), Tavares 6.5, Barisic 6.5 (24’ st Scardina 6). A disp.: Addario, Masocco, Ionut, Fusca, Salvemini. All.: R. Di Napoli 6
ARBITRO Maggioni di Lecco
MARCATORI: 31’ pt Gustavo (Me), 7’ st Albadoro (Ma)
NOTE spettatori 2.000 circa. Espulso Scognamillo (Ma) dalla panchina al 52’ st; ammoniti Tavares e De Vito. Angoli 6-1 per il Matera. Recupero: 2’ pt – 7’ st

PAGANESE-LUPA CASTELLI 2-0
PAGANESE (4-3-3):
Marruocco 6; Dozi 5.5, Sirignano 6, Bocchetti 6, Della Corte 6.5 (39’ st Penna sv); Guerri 6.5, Carcione 7, Deli 6; Vella 6 (30’ st Tommasone SV), Caccavallo 7, Cicerelli 6 (45’ st Cassata sv). A disp.: Borsellini, Acampora, Parente, Palmiero, Grillo, Corticchia, De Vita. All. Grassadonia 7
LUPA CASTELLI (4-3-3): Secco 6; Proietti 5.5 (38’ st Roberti sv), Rosato 6, Anderson 5.5, Carta 6; Ricamato 5, Prutsch 6, Sporkslede 5 (1’ st Maiorano 5); Morbidelli 5 (30’ st Rossetti 5.5), Gurma 5, Scicchitano 4.5. A disp: Tassi, Fala, Romanelli, Kosovan. All.: Palazzi 5
ARBITRO: Mantelli di Brescia 6
MARCATORI: 6’ pt Bocchetti, 36’ st Caccavallo
NOTE: spettatori 1.000. Ammoniti Prutsch, Carcione, Sirignano e Rosato. Angoli 2-1 per la Paganese. Recupero: 1’ pt – 3’ st

JUVE STABIA-MARTINA 6-0
JUVE STABIA (4-4-2) Russo 6 (1’ st Polito 6); Romeo 7, Polak 7, Carillo 7 (28’ st Atanasov sv), Contessa 7; Nicastro 7, Maiorano 7, Izzillo 7.5, Lisi 8; Del Sante 7.5 (9’ st Carrotta 6), Diop 7.5. A disp.: Navratil, Rosania, Liotti, Favasuli, Grifoni, Gatto, Gomez, Mascolo. All.: Zavettieri 7.5
MARTINA (4-2-3-1): Gabrieli 5; D’Alterio 4.5 (34’ st Marchetti 5), D’Orsi 5, Migliaccio 4.5, Basso 5; Cristofari 5 (29’ st Kuseta 5.5), Rajcic 5; Dianda 5 (9’ st Taurino 5.5), Berardino 5, Schetter 5.5; Diakite 5. A disp.: Viotti, Antonazzo, Danese, Di Lauri, Marchetti, Topo, Simone. All.: Cari 4
ARBITRO: Ranaldi di Tivoli
MARCATORI: 23’ pt Del Sante (J), 29’ st Izzillo (J), 33’ pt Gabrieli (M, aut.), 36’ pt Diop (J), 13’ st e 46’ st Lisi (J)
NOTE: Spettatori un migliaio. Ammoniti Rajcic e Marchetti. Angoli 4-4. Recupero: 1’ pt – 0’ st


CATANZARO-CATANIA 0-0
CATANZARO (4-4-2): Grandi 6.5; Bernardi 6, Moi 6.5, Orchi 6.5, Patti 6; Mancuso 5.5 (36’ sT Foresta SV), Maita 6, Agnello 6.5, Squillace 6; Firenze 5 (26’ st Caruso 5.5), Razzitti 5.5.A disp.: Scuffia, Caselli, Fulco, Garufi, Barillari, Olivera, Agodirin. All.: Erra 6
CATANIA (4-3-3): Liverani 6; Pelagatti 6, Bergamelli 7, Bastrini 6.5, Parisi 6; Agazzi 6, Musacci 6, Di Cecco 6; Russotto 5.5 (27’ st Lupoli 5.5), Calderini 5, Falcone 5 (39’ st Bombagi sv). A disp.: Logofatu, Garufo, Nunzella, Pessina, Di Stefano, Caetano, Felleca. All.: Pancaro 6.
ARBITRO: Paolini di Ascoli Piceno
NOTE: paganti 1925 di cui 782 abbonati, incasso di 16.929 euro. Ammoniti: Calderini, Bastrini, Patti, Pelagatti, Di Cecco, Caruso, Bernardi, Moi. Angoli 9-9. Recupero: 3’pt – 4’ st


FIDELIS ANDRIA-AKRAGAS 1-2
FIDELIS ANDRIA (3-5-2)
: Poluzzi 5.5; Cortellini 5, Stendardo 5.5, Aya 6; Bangoura 5.5 (26’ st Capellini 6), Onescu 6 (41’ st Bollino sv), Piccinni 6 (18’ st Cianci 5), Bisoli 5.5, Tartaglia 6; De Vena 7, Grandolfo 6.5. A disp.: Cilli, Vittiglio, Alhassan, Garcia, Vittiglio, Paterni, Matera. All.: D’Angelo 5.5
AKRAGAS (4-3-3): Maurantonio 7.5; Salandria 6, Marino 6, Muscat 6.5, Grea 6; Vicente 6, Zibert 6.5, Dyulerov 6.5; Madonia 6.5, Di Piazza 7 (42’ st Cristaldi sv), Di Grazia 7 (20’ st Aloi 6). A disp.: Cappello, Mauri, Candiano, Leonetti, Fiore, De Rossi, Lo Monaco. All.: Rigoli 7
ARBITRO: Marchetti di Ostia Lido
MARCATORI: 27’ pt Di Grazia (A), 18’ st Di Piazza (A); 31’ st De Vena (F)
NOTE: Spettatori circa 2500. Ammoiniti: Cortellini (F), Cianci (F). Angoli: 10-1 per la Fidelis Andria. Recupero: 1’ pt – 3’ st


MELFI-ISCHIA 3-0
MELFI (4-3-3): Santurro 6.5; Annoni 6, Cason 6.5, Colella 6.5, Giron 6; Maimone 6.5 (9’ st Longo 6.5), Zane 6.5, Giacomarro 7; Canotto 7 (31’ st Silvestri sv), Masini 7 (21’ st Ingretolli 6), Herrera 6.5. A disp.: Gagliardini, Petricciuolo, Amelio, Petta, Finazzi, Soumarè, Boscolo, Demontis. All.: Ugolotti 7
ISCHIA (4-2-3-1): Iuliano 5; Bruno 5, Filosa 5 (45’ pt Florio 5.5), Sirigu 5.5 (13’ st Acampora 5.5), Porcino 4.5; Spezzani 5 (1’ st Pepe 5.5), Blasi 5; Armeno 5.5, Di Vicino 5.5, Kanoute 5.5; Gomes Aladje 5. A disp.: Modesti, Savi, Guarino, Manna, Moreira, De Clemente. All.: Di Costanzo 5
ARBITRO: Catona di Reggio Calabria
MARCATORI: 9’ pt Giacommarro, 18’ pt Canotto, 23’ pt Masini
NOTE: Spettatori circa 700. Espulso al 27’ st Herrera (M) per doppia ammonizione. Ammoniti: Sirigu, Maimone, Annoni, Bruno, Pepe. Angoli: 5-0 per l’Ischia. Recupero: 2’ pt – 4’ st

Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina