Tutte 728×90
Tutte 728×90

Corigliano, adesso è buio pesto. La Lazio si impone 7-2

Corigliano, adesso è buio pesto. La Lazio si impone 7-2

Dopo la sosta durata un mese, per via degli impegni dell’Italfutsal all’Europeo a Belgrado, gli ionici non invertono il trend e iniziano a tremare. 

Ripresa di serie A futsal più che amara per il Corigliano futsal. La sosta durata un mese, per via degli impegni dell’Italfutsal all’Europeo a Belgrado, non ha giovato di certo alla formazione jonica sconfitta dalla Lazio, nello scontro diretto salvezza, per 7 a 2. Al pala “Gems” capitolini vittoriosi sui coriglianesi apparsi in gara solo per i primi dieci minuti prima di affondare. Trionfo che permette alle aquile biancocelesti di sorpassare in classifica il Napoli, del tecnico cosentino Cipolla, in questo week- end in sosta ciclica come prevista dal calendario. Laziali ora a meno uno dalla zona franca dove vi è ancora proprio il Corigliano. Il nuovo tonfo dalla squadra di mister Toscano è un indice inquietante perché di questo passo si rischia seriamente la retrocessione. Dopo il mese di pausa necessario per lavorare e recuperare uomini e energie, si ci aspettava ben altro piglio e spirito dagli jonici. La strada si fa in salita anche in considerazione della doppia sosta ciclica da osservare. Dal canto loro le dirette rivali Lazio e Napoli hanno già osservato un turno di sosta. E proprio nel prossimo fine settimana, coriglianesi fermi per la prima sosta e ritorno in campo in scaletta il 12 marzo contro il Latina sul suolo amico. Si spera possano essere utili altri venti giorni in casa Corigliano per tentare di sterzare verso la meta salvezza. Frattanto, saltato l’ingaggio di Miraglia si ci augura di recuperare Cucu, dopo l’infortunio. L’augurio principale è che ci siano ancora le motivazioni per lottare fino alla fine. Intanto, non è escluso l’aggancio o il sorpasso di una o tutte e due le dirette avversarie in classifica già nel prossimo turno. Per il resto della ventesima giornata generale di serie A futsal da evidenziare il fattore casalingo con cinque segni 1 su altrettante gare. In alta graduatoria è lotta al vertice tra Pescara e Asti per la prima piazza ma occhio anche all’Acqua & Sapone. (Cristian Fiorentino)

Related posts