Tutte 728×90
Tutte 728×90

Di Nunzio: “Cosenza, restiamo concentrati. Servono punti pesanti”

Di Nunzio: “Cosenza, restiamo concentrati. Servono punti pesanti”

Il difensore rossoblù sottolinea: “Per me è un piacere far parte della miglior difesa del campionato, ma soprattutto di un gruppo molto valido”.

E’ passato un mese da quando Francesco Di Nunzio ha accettato le lusinghe del Cosenza ed ha firmato per i rossoblù. Nel mese di febbraio per lui subito quattro presenze, di cui due da titolare. Il nuovo difensore centrale a disposizione di Giorgio Roselli ha giocato dall’inizio addirittura il derby ed anche con la Juve Stabia il suo nome compariva nella distinta da consegnare all’arbitro. A Caserta e nel 3-1 casalingo rifilato al Messina, invece, è subentrato dalla panchina. “Allenamento dopo allenamento un calciatore riesce a capire anche le disposizioni del mister e a conoscere i nuovi compagni. Per me è un piacere far parte della miglior difesa del campionato, ma soprattutto di un gruppo molto valido”. Con il trainer umbro c’è feeling. “Il mister mi spiega ciò che vuole ed io cerco di dare il massimo”. Domenica un’affermazione fondamentale contro la Juve Stabia. “Era importante portare a casa i tre punti. Ci siamo riusciti anche contro le avversità del tempo rimanendo aggrappati lassù. E’ stato molto difficile giocare col vento: impossibile calcolare la traiettoria della palla. Ha influito non solo sui gol, ma su tutta la gara. Ad inizio partita l’arbitro ha chiesto se volessimo sospendere il match, ma tutti abbiamo risposto di no”. Con trenta punti ancora a disposizione, la quota promozione diretta potrebbe aggirarsi intorno ai 70 punti. “Non sono abituato a fare calcoli – spiega Di Nunzio – preferisco concentrarmi sul campo. Il Lecce ha una buona squadra e una grande società dietro, potrebbe essere la candidata più forte. Ma siamo tutte là, finirà al primo posto chi sbaglierà meno. Noi abbiamo voglia di far bene e ne parliamo nello spogliatoio, ma siamo consapevoli che bisogna collezionare punti. Se dovessimo riuscirci, allora potremo toglierci grandi soddisfazioni. Da oggi iniziamo a pensare al Matera”.

Related posts