Tutte 728×90
Tutte 728×90

Morrone a due passi dal sogno. Infusino: “Conta solo vincere”

Morrone a due passi dal sogno. Infusino: “Conta solo vincere”

A cinque giornate dal termine, con 9 punti di vantaggio sulle inseguitrici, alla capolista bastano un paio successi per festeggiare la promozione.

Il rocambolesco e per certi versi pirotecnico pareggio di sabato scorso, sembrava poter riaprire i giochi in questo campionato segnato dalla dittatura granata. In realtà le inseguitrici annaspano e la compagine bruzia rimane ampiamente al comando della graduatoria. Contro la Komunicando, i granata hanno dimostrato orgoglio e carattere, riuscendo a mantenere l’imbattibilità stagionale. Quando mancano 5 gare alla conclusione di questo campionato, la Morrone se dovesse battere la Magna Graecia sabato pomeriggio, avrebbe poi ben 4 match point per trionfare nel girone C ed ottenere la promozione. Vincere all’esordio, per questa neonata società, significherebbe rendere onore alla gloriosa storia della Morrone che fu. Abbiamo ascoltato uno dei protagonisti della grandiosa rimonta avvenuta nell’ultimo turno, Paolo Infusino. Autore del pareggio granata, l’attaccante ci ha raccontato le sue sensazioni e la sua stagione, parlandoci del momento attuale del club e del suo futuro. Ecco le sue parole: “L’ultima partita è stata sicuramente la più combattuta dell’intera stagione. Entrare a gara in corso non è mai facile, e diventa ancor più difficile quando si è sotto di 3 gol. Insieme a miei compagni siamo riusciti a risollevare una partita che per molti era finita, grazie ad un grande carattere ed un pizzico di fortuna. L’emozione per il gol è stata davvero forte ma abbiamo pensato subito a rimetterci a posto in campo senza festeggiare più di tanto, perché credevamo in una vittoria che sarebbe stata clamorosa. La stagione per quanto riguarda la squadra è stata fantastica. Per molti, visto che ci chiamiamo Morrone, e siamo considerati favoriti naturali di questo torneo, può sembrare una vittoria facile. Ma vi assicuro che abbiamo lavorato duro, nulla è scontato nel calcio e la partita di Sabato scorso ne è la dimostrazione. Il futuro? Pensiamo solo a portare a casa questi sei punti che ci separano dal nostro piccolo sogno”. Nelle parole di Paolo notiamo l’assenza totale del pronome personale “io”, sintomo che in questa squadra si predilige l’unità del gruppo alla gloria del singolo. Le parole da leader pronunciate dall’attaccante granata, ci mostrano una Morrone unita e concentrata in vista della delicata trasferta in casa della Magna Graecia. La rosa al completo ha svolto una doppia seduta di allenamento settimanale. I convocati sono stati 19, unici assenti, Cardillo e lo squalificato Conforti. Domani i granata affronteranno una delle più belle realtà di questo campionato. La Magna Graecia infatti, oltre ad occupare una più che dignitosa posizione in classifica, abbraccia molti dei valori sportivi ed etici che sono al centro del progetto Morrone. Sarà sicuramente una bellissima giornata di sport, caratterizzata da 90′ di sano agonismo ed un terzo tempo all’insegna dell’amicizia e del rispetto. Per questi motivi e per tanti altri ancora, la sfida tra le compagini allenate magistralmente da De Lio e Vivacqua è da non perdere.

Related posts