Tutte 728×90
Tutte 728×90

Ciancio: “Cosenza, voglio restare. Ma le parti sono lontane”

Ciancio: “Cosenza, voglio restare. Ma le parti sono lontane”

Il terzino: “Con Meluso ci siamo detti le cose in faccia e siamo più legati di prima. Il Livorno era una grande opportunità, ma ora spero di affrontarlo in B con la maglia rossoblù”.

Simone Ciancio resta borderline. Nel senso che la sua permanenza Cosenza, come qualche settimana fa aveva sottolineato il suo agente (clicca qui) non è da ritenersi scontata. Lo ha confermato di persona durante la trasmissione “Bordo Campo” andata in onda su Calabria TV. “Le parti sono lontane – ha detto – Ci siamo incontrati in sede col direttore, ma dobbiamo rivederci. Io in rossoblù sto bene e spero di prolungare il mio rapporto con i rossoblù. Tuttavia dobbiamo valutare un po’ di cose”. Il calciatore ambisce ad un biennale, ma non chiuderebbe le porte neppure ad un prolungamento secco. In tal caso, ovviamente, bisognerebbe rivedere le cifre. “Ora penso soltanto a concludere questa stagione nel miglior modo possibile, poi tireremo le somme. Il club sa cosa posso dare e spero che a fine campionato si possa celebrare un nuovo matrimonio”. Il terzino non nasconde neppure che nei giorni seguenti la chiusura del calciomercato abbia avuto uno scambio di veduto con Meluso. “Con Meluso non abbiamo litigato – minimizza – Ci siamo semplicemente detti in faccia cosa pensavamo della vicenda. Ma è finita li ed adesso siamo più legati di prima. Ribadisco: io vorrei rimanere indipendentemente dalla categoria, ma non decido solo io”. Fatto sta che il 2 febbraio è sfumata la possibilità di tornare tra i cadetti. “Il Livorno era una grossa opportunità. Ho 28 anni e sarebbe stata una grande chance. Ma è andata così. Il direttore ha voluto tenermi e lo ringrazio per la fiducia manifestata nei miei confronti. Ora il bello sarà portare il Cosenza in Serie B in modo tale da giocare proprio contro i labronici”.  (Francesco Pellicori)

Related posts