Tutte 728×90
Tutte 728×90

Lupa Castelli-Cosenza: l’avversario

Lupa Castelli-Cosenza: l’avversario

Per i laziali stagione in pratica già finita. Quattro allenatori in stagione non hanno invertito la rotta. Per loro sarà 3-5-2 molto difensivo. 

Sei sconfitte consecutive, peggior attacco e peggior difesa del torneo con soli 14 gol fatti e ben 48 subiti, ultimissimo posto in classifica con soli 8 punti e sensazione che si voglia di finire al più presto questa maledetta stagione. La Lupa Castelli Romani, sicuramente immaginava diversamente il suo primo anno tra i professionisti. La realtà è stata ben diversa dalla fantasia. La squadra laziale, non ha mai mostrato durante l’anno, per organico ed organizzazione, di meritarsi la Lega Pro. Nemmeno quattro allenatori in stagione, hanno mai cambiato le cose (Galluzzo, Cioci, Di Franco e, dallo scorso 18 febbraio, Palazzi). L’unico rischio per il Cosenza, potrebbe essere quello di sottovalutare l’avversario. Pochi gli uomini di spessore ed esperienza in rosa. I più attenti ricordano l’ex portiere del Crotone Caio Secco, che quando giocava in Calabria, salì alla ribalta della cronaca nazionale per uno spaventoso scontro con il suo compagno di squadra Ferrari che lo lasciò svenuto e privo di sensi per interminabili 7 minuti che fecero pensare all’epoca, ad un nuovo caso Morosini, fortunatamente sventato. Non gioca da dicembre, ma in rosa con la Lupa c’è Rodney Strasser, centrocampista sierraleonese, scuola-Milan  che con i rossoneri segnò da giovanissimi un gol vittoria importantissimo a Cagliari, l’anno dell’ultimo scudetto. C’è anche Jurgen Prutsch, centrocampista austriaco, tornato in Italia nella Lupa Castelli, dopo l’esperienza con il Livorno, nella quale mise a curriculum, anche qualche presenza in Serie A. Il miglior marcatore della squadra è Alessandro Morbidelli con 3 reti. Poi poco o null’altro da segnalare. All’andata il Cosenza si impose senza grosse difficoltà per 2-0 grazie alla reti di Arrighini nel primo tempo (fu il primo gol in casa) e Criaco nella ripresa. Con i lupi che nel finale sbagliarono anche un calcio di rigore con lo stesso Arrighini. Per quanto riguarda la formazione dei laziali, mister Palazzi si sta affidando ultimamente ad un 3-5-2 molto abbottonato visto che, solitamente, i due esterni sono in realtà due terzini. In porta dunque Caio Secco. I tre difensori dovrebbero essere RosatoAcquaro e Di Bella. Gli esterni Carta a destra e De Gol a sinistra con in mezzo Maiorano, coadiuvato da Prutsch e Kosovan o Schicchitano. In attacco sicuro Morbidelli. Al suo fianco ballottaggio tra Roberti eMastropietro. (Alessandro Storino)

LUPA CASTELLI ROMANI (3-5-2): Caio Secco; Rosato, Acquaro, Di Bella; Carta, Prutsch, Maiorano, Kosovan; Morbidelli, Roberti. A disposizione: Tassi, Anderson, Proietti, Ricamato, Falasca, Rossetti, Sporkslede, Mastropietro. All.: Palazzi.

Related posts