Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, missione compiuta. Statella e Cavallaro stendono la Lupa Castelli (2-0)

Cosenza, missione compiuta. Statella e Cavallaro stendono la Lupa Castelli (2-0)

I rossoblù impiegano un tempo a sbrigare la pratica e si attestano momentaneamente al terzo posto. Al 10′ palo dei padroni di casa che poi non creano più nulla.

Una partita dai due volti quella che il Cosenza ha vinto a Rieti contro una Lupa Castelli che nel primo tempo ha colpito perfino un palo. I rossoblù nel primo tempo sono apparsi abulici, con poche idee, quasi come la sistemazione iniziale abbia un po’ spiazzato il collettivo. Nella ripresa, invece, altro discorso con il gol decisivo realizzato da Statella su assist di Arrighini e qualche spunto degno di una formazione che punta decisa ai playoff. All’inizio con l’assenza di Criaco, Roselli è costretto a ridisegnare il centrocampo dei rossoblù. Sceglie così di affrontare la formazione di Palazzi (allievo e vice di Cosmi per tanto tempo) con una grossa novità: insieme a Fioridilino e Arrigoni in mezzo c’è pure Caccetta. Il baby talento del Palermo tuttavia viene dirottato largo a sinistra con Statella a destra. Cavallaro finisce tra le riserve. In difesa la spunta Ciancio: panchina per Pinna e Blondett. La Lupa Castelli risponde invece con un abbottonato 3-5-2. Gara bloccata per un tempo, poi esce il Cosenza. Perla di Cavallaro nel finale.

 

CRONACA.
1′ Parte la Lupa Castelli, si inizia alle 14.01
4′ Il primo corner è per i padroni di casa: lo concede Di Nunzio. Alla fine saranno due consecutivi.
6′ Annullato un gol al Cosenza. Corner di Arrigoni per la testa di Di Nunzio. Ad un metro dalla linea di porta devia Arrighini: è offside.
10′ Palo clamoroso della Lupa Castelli. Mastroprieto riesce a girarsi al limite e a calciare: il legno salva Perina, fortunato anche quando la palla gli sbatte sulla schiena e resta in campo.
19′ Errore di Aquaro che innesca il contropiede del Cosenza. Filtrante di Arrigoni per Statella che sbaglia il cross.
24′ Ammonito Maiorano per proteste: si è lamentato molto per un presunto colpo di Ciancio.
36′ Roselli porta Statella largo a sinistra. Fiordilino va dalla parte opposta: è un 4-3-3 appena accennato.
38′ Punizione di Arrigoni per la testa di La Mantia: sfera sopra la traversa.
45′ Concesso un minuto di recupero.
45’+1 Squadre negli spogliatoi dopo un primo tempo abulico senza azioni pericolose da parte del Cosenza.
SECONDO TEMPO.
1′ Squadre in campo senza alcuna sostituzione.
7′ COSENZA IN VANTAGGIO. I rossoblù colpiscono come sanno fare: su un contropiede. La Lupa sbaglia un corner e Arrighini innesca Statella che trova il primo gol stagionale nel giorno del suo onomastico: 1-0
12′ Esce La Mantia per Vutov. L’attaccante romano non nasconde il nervosismo al momento della sostituzione.
17′ Volo plastico di Perina su un sinistro ancora di Mastropietro: corner senza esito dei capitolini.
19′ Dentro Cavallaro per Caccetta. Ora è un 4-4-2 molto offensivo per i rossoblù con Statella che torna a destra.
24′ Vutov prova il gioiello di tacco: per sua sfortuna devia Di Bella lo devia in corner.
27′ Cavallaro su punizione chiama all’intervento acrobatico Caio Secco.
28′ Ancora Caio Secco miracoloso su un lob di Arrigoni.
39′ Espulso Palazzi, l’allenatore della Lupa Castelli Romani.
42′ Vutov apre per Cavallaro che crossa teso. Arrighini ci arriva, ma la zuccata è deviata in corner da Aquaro.
44′ Rosato di testa mette paura (relativamente) su un calcio piazzato.
45′ Concessi 4′ di recupero.
48’+3 RADDOPPIO DEL COSENZA. Eurogol di Cavallaro che trova il jolly con un destro a giro. La squadra e Roselli lo sommergono di abbracci dopo le critiche di sette giorni fa.
48’+4 Squadre negli spogliatoi. Il Cosenza per ora è terzo, si aspetta la gara di domani della Casertana.


Il tabellino:

LUPA CASTELLI ROMANI (3-5-2): Caio Secco; Rosato, Acquaro, Di Bella; Ricamato, Kosovan (9′ st Falasca), Scicchitano (36′ st Carta), Maiorano (25′ st Morbidelli), De Gol; Mastropietro, Rossettti. A disposizione: Tassi, Proietti, Ricamato, Sporkslede, Roberti. All.: Palazzi
COSENZA (4-4-2): Perina; Corsi, Tedeschi, Di Nunzio, Ciancio; Statella, Arrigoni, Caccetta (19′ st Cavalarro), Fiordilino; Arrighini, La Mantia (12′ st Vutov). A disp.: Saracco, Pinna, Blondett, Ventre, Parigi. All.: Roselli
ARBITRO: Massimi di Termoli
MARCATORI: 7′ st Statella (C), 48′ st Cavallaro (C)
NOTE: Spettatori circa un centinaio, con una cinquantina di sostenitori rossoblù. Espulsi al 40′ pt il secondo allenatore del Cosenza De Angelis e al 39′ st l’allenatore della Lupa Castelli Palazzi. Ammoniti: Maiorano (L), Mastropietro (L), Kosovan (L); Corner: 6-4; Recupero: 1′ pt – 4′ st

Related posts