Tutte 728×90
Tutte 728×90

Roselli: “Ora ci aspettano sette battaglie”

Roselli: “Ora ci aspettano sette battaglie”

Dopo la vittoria il tecnico silano commenta: “Abbiamo fatto quello che ci eravamo detti. Soprattutto nella ripresa. Ora guardiamo avanti e cerchiamo di giocarci al meglio le gare che verranno”.

Vittoria doveva essere e vittoria è stata. Serviva ritrovare autostima e a Rieti il Cosenza ha brillato come non accadeva da tempo. Primo tempo difficile, ripresa da grande squadra come afferma il tecnico Roselli. “Non era facile oggi. Noi non siamo una squadra che fa due-tre gol e sblocca subito la gara. Nel primo tempo non eravamo brillanti, le gambe non andavano. Poi ci siamo sciolti e nella ripresa abbiamo fatto la nostra gara. Potevamo prendere sottogamba questa partita e, invece, così non è stato”. Poi Roselli sottolinea. “In questa categoria ogni partita è difficile. Dobbiamo lavorare come squadra, come fatto oggi. Fiordilino? Ottima gara. Fin dall’anno scorso gioco con tre centrocampisti. L’anno scorso c’era Fornito che giostrava da esterno, adesso tocca a Criaco. Poi ci siamo sistemati col 4-3-3, ma non riuscivamo a fare bene”. Erano fondamentali i tre punti: “Abbiamo fatto quello che ci eravamo detti. Soprattutto nella ripresa. Ora guardiamo avanti e cerchiamo di giocarci al meglio le gare che verranno. Ci sono sette partite da giocare alla morte, sette battaglie. Di sicuro non saremo i favoriti soprattutto con squadre che sono sopra di noi in classifica. Ma i miei ragazzi hanno dimostrato di potersela giocare con tutti”. (c.c.)

Related posts