Tutte 728×90
Tutte 728×90

A Cosenza la nazionale femminile di pallanuoto croata

A Cosenza la nazionale femminile di pallanuoto croata

Il tecnico del Cosenza Capanna: “E’ stato un buon test non solo per giocare ma per confrontarci, continuando a fare esperienze internazionali a qualsiasi livello”.

Allenamenti a carattere internazionale per la Città di Cosenza, per confrontarsi con realtà sportive europee e crescere. Si è iniziato quest’anno con due formazioni di grande prestigio: il Sabadell ospitato nella piscina olimpionica di Cosenza e in Grecia con l’Olympiacos. In questi giorni, ancora a Cosenza la nazionale giovanile croata, di cui ben sei elementi hanno partecipato con la formazione maggiore ai Mondiali in Kazan. Tre giorni di proficuo lavoro e ben sei amichevoli disputate, soddisfatto il tecnico della Città di Cosenza. “E’ stato un buon test – osserva Marco Capanna – non solo per giocare ma per confrontarci, continuando a fare esperienze internazionali a qualsiasi livello. In questi giorni di allenamento abbiamo potuto lavorare su quello che ancora ci manca, perché è intenzione di tutti migliorare velocemente e farci trovare pronti e cresciuti alla ripresa del campionato”. Soddisfazione per l’accoglienza e per il lavoro svolto, anche da parte dell’allenatrice croata. “Sono contenta di questo stage  – sottolinea Mia Simunic – anche se per le ragazze è stato difficile giocare in una vasca all’aperto, ma per noi è stato importante lavorare tutte insieme ad inizio di preparazione. Ho visto una crescita costante di partita in partita. Venire a Cosenza è stata occasione per confrontarci con una bella realtà sportiva”.

Related posts