Tutte 728×90
Tutte 728×90

Colpo Matera a Lecce, il Cosenza “tifa” Catania. Tabellini e voti della Lega Pro/C

Colpo Matera a Lecce, il Cosenza “tifa” Catania. Tabellini e voti della Lega Pro/C

In vetta allunga il Benevento e vince anche la Casertana in attesa del posticipo di Foggia. Il cosentino De Rose regala un sogno ai lucani che hanno il calendario più facile.

In attesa del posticipo tra Foggia e Catania (in programma domani sera), con la 29esima giornata rimangono tutto sommato invariati gli equilibri nelle zone calde della classifica. Nella parte alta, vincono tutte tranne il Lecce, che rimane ugualmente accomodato in seconda posizione, con la Casertana che però si fa più vicina. I pugliesi, nell’avvincente sfida casalinga con il Matera, chiudono la prima frazione in svantaggio incassando il gol di Carretta al 39′. Nella ripresa Lepore riaccende le speranze dei tifosi giallorossi, ma è Francesco De Rose all’87’ a regalare definitivamente i tre punti ai biancazzurri. I lucani, con il calendario più semplice, sognano i playoff. La Lupa Castelli Romani, fanalino di coda, cede tra le mura amiche sotto i colpi della Casertana, incassando le reti di Negro nel primo tempo e Alfageme nel secondo, per poi segnare il gol della bandiera con Mastropietro. Benevento-Ischia termina con il risultato di 3-2: segnano Mazzeo, Angiulli e Troiani per gli stregoni, che consolidano l’unico posto utile per la promozione diretta, Gomes e Di Vicino per gli isolani che rimangono relegati al penultimo posto. Tra le compagini invischiate nella lotta per la salvezza dunque perdono Lupa Castelli, Ischia e Monopoli. Racimolano un punto Martina Franca e Melfi, che comunque non fa loro scalare postazioni. La sfida tra Akragas e Martina si conclude, infatti, sul risultato di uno ad uno, con le reti siglate da Di Piazza per i padroni di casa e Taurino per gli ospiti. L’attaccante siciliano, con la marcatura odierna arriva a quota 12, raggiungendo De Angelis (Casertana) e Caccavallo (Paganese) al secondo posto nella classifica marcatori del girone, dietro solo a Iemmello (Foggia) a quota 17. Pareggio a reti bianche tra Paganese e la quartultima Melfi, che termina la partita in nove uomini. Reti inviolate anche nel match di ieri allo stadio Degli Ulivi tra Fidelis Andria e Juve Stabia. Finisce pari, ma con un gol per parte,  tra Messina e Catanzaro, con i calabresi che prima passano in vantaggio con Olivera, ma subito dopo si fanno riagganciare da Tavares. Le vespe (33 punti) e il Catanzaro (32) non sono ancora del tutto al riparo dalla zona playout. Interessante, in questo senso, sarà per loro il risultato di domani sera tra Foggia e Catania. Così come per il Cosenza, che ad oggi si trova virtualmente a +1 rispetto ai satanelli guidati da De Zerbi e che tiferà per gli etnei nel posticipo. Ecco tutti i tabellini.

BENEVENTO-ISCHIA 3-2
BENEVENTO (3-4-3):
Gori 6.5; Mattera 6.5, Lucioni 7.5, Pezzi 6.5; Troiani 6.5 (30’ st Mucciante sv), De Falco 6, Angiulli 7, Lopez 6.5; Ciciretti 5.5, Cisse 6 (24’ st Marotta 6), Mazzeo 7 (42’ st Vitiello sv). A disp.: Piscitelli, Crudo, Petrone, Padella. All.: Auteri 6
ISCHIA (4-4-2): Iuliano 8; Florio 7, Savi 6 (32’ st Guarino sv), Moracci 6.5, Porcino 6.5; Di Vicino 7, Acampora 5.5 (1’ st Rubino 5), Spezzani 5 (5’ st De Clemente 6), Armeno 5.5; Gomes 7, Kanoute 6.5. A disp.: Modesti, De Palma, Sirigu, Manna, D’Angelo. All. Porta 6.5
ARBITRO: D’Apice di Arezzo
MARCATORI: 17’ pt Gomes (I), 24’ pt Mazzeo (B), 28’ pt Angiulli (B), 45’ pt De Vicino (I, rig.), 17’ st Troiani (B)
NOTE:
Spettatori circa 5500. Ammoniti: Spezzani e De Falco. Angoli 12-4 per il Benevento. Recupero: 1’ pt – 4’ st

 

LUPA CASTELLI-CASERTANA 1-2
LUPA CASTELLI (5-3-2):
Tassi 6; Rosato 6, Colantoni 6.5 (dal 20’ st Flores 6), Aquaro 6, Di Bella 5 (6’ st Proietti 6), De Gol 6.5; Falasca 6, Scicchitano 5, Maiorano 5.5; Mastropietro 6.5, Rossetti 5. A disp.: Coletta, Raudino, Boninsegna, Moretti, Morbidelli. All.: Conte 6.5 (Palazzi squal.)
CASERTANA (4-3-3) Gragnaniello 6; Idda 6, Potenza 6, Bonifazi 6, Pezzella 5.5 (13’ st Tito 6); Mancosu 5 , Capodaglio 6, Matute 5; Giannone 6, Alfageme 6.5 (29’ st Marano sv), Negro 6.5 (20’ st De Angelis 6). A disp.: Maiellaro, Murolo, Varsi, Finizio, De Marco, Som, Guglielmo, Mangiacasale. All.: Tedesco 6
ARBITRO: Schirru di Nichelino
MARCATORI: 45’ pt Negro (C, rig.), 3’ st Alfageme (C) al 3’, 8’ st Mastropietro (LC)
NOTE: Spettatori 143, incasso di 1.430 euro. Ammoniti: Rosato, Mastropietro, Falasca e Maiorano. Angoli 5-2 per la Casertana. Recupero: 2’ pt – 4’ st

 

AKRAGAS-MARTINA 1-1
AKRAGAS (4-3-3)
Vono 6; Grea 6.5, Muscat 6, Marino 6, Capuano 5.5; Salandria 5.5 (20’ st Mauri 6), Dyulgerov 6, Zibert 6 (28’ st Cristaldi 6); Madonia 5 (30’ st Leonetti sv), Di Piazza 6.5, Di Grazia 6. A disp.: Maurantonio, De Rossi, Greco, Cazè, Fiore, Aloi, Candiano, Lo Monaco. All.: Rigoli 6
MARTINA (4-4-2) Viotti 6; Allegra 6.5 (30’ st Marchetti 5.5), D’Orsi 5.5, Migliaccio 6, Basso 6; Di Lauri 6, Antonazzo 6 (43’ st Berardino sv), Rajcic 7, Dianda 5.5; Diakite 6.5 (40’ st Cristofari sv), Taurino 6.5. A disp.: Gabrielli, Curcio, Danese, De Lucia, Topo, Kuseta, Simone.
All.: Franceschini 6
ARBITRO: Sassoli di Arezzo 6.
MARCATORI: 19′ st Taurino (M), 36′ st Di Piazza (A, rig)
NOTE: Spettatori circa 1300. Ammoniti Capuano, Zibert, Leonetti, Cristaldi, Di Lauri e D’Orsi. Angoli 8-3 per l’Akragas. Recupero: 1’ pt – 4’ st

 

FIDELIS ANDRIA-JUVE STABIA 0-0
FIDELIS ANDRIA (3-5-2):
Poluzzi 6; Aya 6.5, Stendardo 7, Tartaglia 6.5; Paterni 5.5 (17’ st Bangoura 6), Strambelli 5, Bisoli 6, Onescu 6.5, Cortellini 6; Grandolfo 6 (9’ st Bollino 5.5), De Vena 5 (39’ st Cianci sv). A disp.: Cilli, Vittiglio, Dellino, Capellini, Alhassan, Fissore, Matera, Garcia). All.: D’Angelo 6
JUVE STABIA (3-5-2): Russo 6; Romeo 6, Polak 6.5, Liotti 6.5; Cancellotti 6, Izzillo 6 (23’ st Lisi 5.5), Obodo 5.5, Favasuli 5 (40’ st Diop sv), Contessa 6.5; Del Sante 5 (29’ st Maiorano sv), Nicastro 5. A disp.: Polito, Navratil, Atanasov, Carillo, Carrotta, Grifoni, Gatto, Mascolo, Gomez. All.: Zavettieri 6
ARBITRO: Proietti di Terni 5.5.
NOTE: Spettatori circa 3300. Espulso al 26’ st Obodo (J); Ammoniti: Polak, Liotti e Bollino. Angoli 7-4 per la Fidelis Andria. Recupero: 1’ pt – 3’ st

 

MESSINA-CATANZARO 1-1
MESSINA (4-3-3): Berardi 6; Mileto 6, Martinelli 6.5, De Vito 6 (48′ st Barilaro sv), Zanini 6; Giorgione 6.5, Baccolo 5.5 (20′ st Cocuzza 6), Fornito 6; Gustavo 6, Scardina 5.5 (36′ st Barisic), Tavares 6.5. A disp.: Addario, Burzigotti, Barilaro, Fusca, Biondo, Masocco, Bossa, Salvemini. All.: Di Napoli 6
CATANZARO (4-3-3): Grandi 6.5; Bernardi 6, Ricci 6, Orchi 6, Squillace 6; Agnello 5.5, Olivera 6.5 (34′ st Garufi sv), Maita 6.5; Mancuso 5 (20′ st Patti 6), Razzitti 6.5, Firenze 5.5 (42′ st Caruso sv). A disp.: Scuffia, Caselli, Calvarese, Barillari, Foresta, Agodirin, Vitale. All.: Erra 6
ARBITRO: Zanonato di Vicenza
MARCATORI: 13’ pt Olivera (C), 23’ st Tavares
NOTE: Spettatori 2000 circa. Ammoniti Maita, Patti, Caruso. Corner 7-1 per il Messina. Recupero 0′ pt – 3′ st

 

LECCE-MATERA 1-1
LECCE (3-4-3): Perucchini 6.5; Alcibiade 6, Camisa 5, Legittimo 5; Lepore 7, Salvi 6, Papini 6.5, Liviero 5.5; Surraco 6 (34’ st Vecsei), Moscardelli 5.5 (21’ st Curiale 6), Doumbia 5 (25’ st Caturano 5.5). A disp.: Bleve, Freddi, Beduschi, Lo Sicco, De Feudis, Carrozza, Sowe. All.: Braglia 5
MATERA (4-3-3): Bifulco 7.5; Di Lorenzo 5.5, Ingrosso 6, Piccinni 6, Tomi 6; Armelino 6, De Rose 7.5, Iannini 6.5; Rolando 6 (33’ st Gammone sv), Carretta 7 (35’ st Casoli sv), Infantino 6.5. A disp.: Biscarini, De Franco, Meola, Zaffagnini, Zanchi, Scognamillo, D’Angelo, Pagliarini, Albadoro, Casoli, Gammone. All.: Aprile (squalificato Padalino) 7
ARBITRO: Di Martino di Teramo
MARCATORI: 38’ pt Carretta (M), 16’ st Lepore (L), 41’ st De Rose (M)
NOTE: Spettatori paganti 5844 più 6802 abbonati con buona rappresentanza ospite. Ammoniti: Camisa, Ingrosso, Di Lorenzo, Moscardelli, De Rose, Alcibiade, Papini. Corner: 8-3 per il Lecce. Recupero: 2’ pt – 5’ st

 

PAGANESE-MELFI 0-0
PAGANESE (4-3-3): Marruocco 6; Esposit 5.5, Sirignano 6.5, Bocchetti 6, Della Corte 6 (27’ st Dozi 6); Deli 5.5, Carcione 6, Guerri 6.5; Caccavallo 5.5 (18’ st Vella 5.5), Cunzi 6, Cicerelli 6 (22’ st Tommasone 6). A disp.: Borsellini, Penna, Acampora, Palmiero, Cassata, Grillo, Corticchia, Parente. All.: Grassadonia 6
MELFI (4-2-3-1): Santurro 7; Cason 5.5, Silvestri 6, Colella 5, Giron 6; Maimone 6, Giacomarro 6; Longo 6, Finazzi 5 (10’ st Canotto 6), Soumarè 5.5 (30’ st Demontis sv); Masini 6 (40’ pt Ingretolli 4.5). A disp.: Gagliardini, Annoni, Petricciuolo, Amelio, Boscolo, Zane. All.: Ugolotti 6
ARBITRO: Marchetti di Ostia Lido
NOTE: Spettatori circa 700. Espulsi al 45’ st Colella (M) per doppia ammonizione e al 46’ st Ingretolli (M) per comportamento non regolamentare. Ammoniti: Marruocco, Soumarè, Giacomarro, Silvestri, Carcione. Angoli: 3-2 per la Paganese. Recupero: 1’ pt – 3’ st

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it