Tutte 728×90
Tutte 728×90

Fagnano Castello, i carabinieri arrestano quattro stranieri. Avevano raggirato un’anziana

Fagnano Castello, i carabinieri arrestano quattro stranieri. Avevano raggirato un’anziana

I quattro indagati sono stati colti in flagranza di reato e questa mattina sono stati processati per direttissima davanti al tribunale di Cosenza. I militari dell’Arma hanno recuperato tutta la refurtiva.

 

 

I carabinieri di Fagnano Castello, nel Cosentino, hanno arrestato in flagranza di reato quattro cittadini stranieri ritenuti responsabili di furto aggravato in abitazione. Si tratta di un uomo e tre donne senza fissa dimora, Valentin Pistrila (45 anni), Ionela Claudia Ionela (41 anni), Goga Stan (34 anni), tutti di origini rumene e Dora Bozic (56 anni) di origini slovene, già noti alle forze dell’ordine in quanto responsabili di reati dello stesso genere commessi anche con generalità diverse rispetto a quelle fornite nell’occasione. In particolare, i militari della Benemerita, transitando nel centro abitato durante uno dei quotidiani servizi di controllo del territorio, hanno notato i quattro in atteggiamento sospetto nei pressi di un’abitazione. Gli immediati accertamenti, anche con l’intervento di altre pattuglie di carabinieri provenienti dalla Compagnia di San Marco Argentano – diretta dal capitano Giuseppe Sacco – competente per territorio, hanno consentito di appurare che gli stessi, con condotte differenti, dopo aver circuito la vittima, una donna di 88 anni, con banali richieste e con la scusa di vendere dei grembiuli da cucina, stavano perpetrando un furto all’interno della sua abitazione, appropriandosi di denaro e monili in oro per un valore complessivo di circa mille euro, interamente recuperati dai carabinieri e restituiti all’anziana donna. I quattro arrestati, condotti nelle camere di sicurezza al termine delle formalità di rito così come disposto dal sostituto procuratore Antonio Cestone della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cosenza, sono stati accompagnati davanti al giudice monocratico Giusi Ianni per la celebrazione del rito direttissimo. Infine dovranno rispondere oltre che per il reato di furto anche del reato di falso in relazione alle generalità fornite.

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it