Tutte 728×90
Tutte 728×90

Roselli, complimenti anche da Auteri: “Allenatore bravo, lo stimo. Il Cosenza ha caratura”

Roselli, complimenti anche da Auteri: “Allenatore bravo, lo stimo. Il Cosenza ha caratura”

Il tecnico della capolista. “Rossoblù senza grandi individualità,  ma compatti in ogni reparto. Al Marulla terremo conto della loro tattica, ma avremo tanta gente al seguito”.

Mancano due giorni alla super-sfida che metterà di fronte il Cosenza e il Benevento. Sul Sannio si respira tranquillità, consapevoli che la B è davvero dietro l’angolo. “E’ normale che ora lo stato d’animo dei ragazzi sia di grande concentrazione – ha detto ieri in conferenza Gaetano Auteri – A cinque gare dalla fine, tra di noi, non c’è nemmeno bisogno di stare più concentrati perché lo siamo già da tanto tempo”. Di fronte la capolista troverà un gruppo che non vuole svegliarsi e che è intenzionato a continuare a sognare. “Sappiamo quali sono i pregi e difetti del Cosenza così come loro conoscono i nostri. Hanno un allenatore bravo che io stimo e hanno dato continuità al lavoro cominciato già nell’ultima parte dello scorso campionato, intervenendo sul mercato per colmare le lacune. Sono una squadra completa e compatta in ogni reparto, magari senza grandi individualità”. Uno sguardo anche all’infermeria giallorossa: “Melara sta facendo un po’ di fatica a recuperare da una infiammazione tendinea; Campagnacci, invece, è completamente recuperato e ha lavorato con il resto del gruppo. Teniamo sempre conto della tattica attuata dagli avversari: conterà molto l’impatto con la gara. Sappiamo che tutte le gare sono impegnative: quelle con squadre di caratura importante come il Cosenza lo sono di più. Dobbiamo pensare solo a noi stessi e non ai nostri avversari per la lotta alla promozione. Noi stiamo molto bene dal punto di vista fisico e quindi non ci lasceremo condizionare dalle condizioni atmosferiche da qui alla fine del campionato”. La cornice di pubblico sarà adeguata, così come sarà pienone pure nel settore ospiti. “L’apporto del pubblico è importantissimo: portare tanta gente in trasferta fa capire che intorno al progetto calcistico ci sono persone che ci credono e sono pronte a sostenerlo. A Benevento c’è una comunità calcistica importante e questo sarà fondamentale da qui alla fine. Ora però dobbiamo concentrarci solo su queste 5 gare che ci restano”.

Related posts