Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza-Benenvento: l’avversario

Cosenza-Benenvento: l’avversario

Due assenze pesanti negli stregoni: mancheranno Melara e Mazzarani, mentre rientrerà Del Pinto. Nel 3-4-3 di Auteri, sarà solo panchina per Marotta, top-scorer dei suoi.

Giocare sapendo il risultato delle rivali. Meglio o peggio? Vantaggio o svantaggio? Non ci pensiamo nemmeno ad entrare nella sterile polemica sollevata da Maurizio Sarri, allenatore del Napoli, che nelle ultime settimane ha affermato che non è facile giocare sempre dopo, conoscendo già il risultato dei rivali (ribaltando così una convinzione consolidata del calcio italiano). Noi non lo sappiamo chi ha ragione e nemmeno ci interessa. Siamo certi esclusivamente che i punti in palio stasera tra Cosenza e Benevento, sono di vitale importanza. Gli “stregoni”guidano la classifica del campionato con 3 punti di vantaggio su Foggia Lecce. I salentini però, hanno fatto un grosso “favore” agli uomini di Auteri, pareggiando in casa con l’Akragas. Con una vittoria stasera, il Benevento chiuderebbe in pratica il campionato, visto che a quel punto, il vantaggio salirebbe a 6 punti con sole 4 partite da giocare. Quello di oggi è in pratica il primo match-point dell’anno per i campani che sono, senza dubbio, la squadra più in forma del campionato. Sono 4 le vittorie di fila per Gori e compagni che non perdono dalla partita di Lecce dello scorso 20 dicembre (2-1). Da allora 10 vittorie e 3 pareggi. A Benevento sono consentiti tutti gli scongiuri del caso ma quest’anno, la tanto agognata promozione in Serie B, sembra veramente vicina. Dopo le tante annate finite male per un motivo o per un altro, il nuovo Presidente Fabrizio Pallotta, sta riuscendo in quell’obiettivo sempre fallito dall’ex Presidente Oreste Vigorito, un uomo che per sforzi economici fatti ed impegno profuso, avrebbe meritato questa grande soddisfazione. All’andata, lo scorso 28 novembre, Benevento e Cosenza hanno pareggiato per 0-0. Una partita piuttosto bruttina, nella quale il pari è stato sicuramente in risultato più giusto. Nelle fila del Benevento ci sarebbe anche Andrea Raimondi che da agosto 2015 a gennaio 2016, ha raccolto 16 presenze senza alcun gol con la maglia del Cosenza. L’attaccante padovano è però fermo ai box per la rottura dei legamenti crociati, infortunio che gli ha fatto finire anzitempo la stagione. Per quanto riguarda la formazione, Auteri dovrà rinunciare anche stasera sia a Melara che a Mazzarani, due assenza sicuramente importanti, mentre rientrerà Del Pinto in mezzo al campo.  Nel classico 3-4-3 dei giallorossi ci sarà Gori in porta. I tre difensori dovrebbero essere MatteraLucioni Pezzi. Sulle due fasce dovrebbero agire Troiani e destra e Lopez a sinistra. In mezzo De Falco insieme a Del Pinto. In avanti da destra CicirettiCissè e Mazzeo. Partirà dalla panchina il capocannoniere della squadra Marotta, autore fino a questo momento di 8 gol. (Alessandro Storino)

BENEVENTO (3-4-3): Gori; Mattera, Lucioni, Pezzi; Troiani, De Falco, Del Pinto, Lopez; Ciciretti, Cissè, Mazzeo. A disp.: Piscitelli, Padella, Mucciante, Fusco, Angiulli, Vitiello, Crudo, Campagnacci, Marotta. All.: Auteri.

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it