Tutte 728×90
Tutte 728×90

Bisignano, serve il Tar per sancire l’autonomia di una scuola

Bisignano, serve il Tar per sancire l’autonomia di una scuola

Il Liceo Classico di Torano è stato riaffermato all’istituto superiore Siciliano. Il dirigente Murano soddisfatto: “Primo passo verso la costituzione del polo scolastico della Media Valle del Crati”.

Dopo tutte le dichiarazioni politiche, è stato il dirigente scolastico Franco Murano a esprimere soddisfazione per la sentenza del Tar che, su ricorso dell’amministrazione comunale di Bisignano, ha ripristinato l’autonomia scolastica per l’istituto d’istruzione superiore “Enzo Siciliano”, riaggregando il Liceo classico di Torano Castello. Murano, che si contraddistingue anche per signorilità, invita tutti all’unione: «L’autonomia così come è stata configurata in prima battuta dalla proposta della provincia di Cosenza, bocciata dalla Giunta Regionale della Calabria e ripristinata dalla sentenza del Tar, per quanto ci riguarda, è solo un primo passo verso la costituzione del polo scolastico della Media Valle del Crati, legata allo sviluppo di un territorio ormai da troppo tempo emarginato e penalizzato. Ecco perché in questa vicenda non devono prevalere gli egoismi o i trionfalismi di parte e si deve avere la pazienza di trovare soluzioni che esaltino e valorizzino l’apporto delle comunità che si affacciano sulla media Valle del Crati, in primo luogo quella di Torano Castello». Murano così invita i toranesi e i bisignanesi a seguire un percorso univoco: «Ci deve essere dialogo, confronto e devono essere superati incomprensioni, malintesi ed errori che hanno visto le due comunità schierate su posizioni contrapposte. Gli alunni del Liceo Classico di Torano continueranno a frequentare la loro scuola a Torano, nell’edificio dove hanno sempre studiato. Non ci saranno né oggi, né domani trasferimenti nell’edificio di Bisignano. Non sarebbe nell’interesse dell’istituto “Enzo Siciliano” che ha bisogno, invece, di valorizzare il decisivo apporto culturale del liceo classico di Torano Castello che ha formato negli anni una classe dirigente e professionale di ottimo livello. Apporto che si inserisce in una complessiva offerta culturale e formativa di qualità della nostra scuola, non seconda a nessuno che potrà essere ulteriormente ampliata con l’istituzione di nuovi indirizzi anche e soprattutto sul territorio di Torano». Il “Siciliano” si conferma, inoltre, come una delle scuole più all’avanguardia della Calabria. Ai riconoscimenti continui in campo nazionale, si alternano le attività quotidiane di formazione con i ragazzi: «Quello che conta di più è il lavoro svolto nel campo dell’alternanza scuola lavoro che ha portato e porterà alla pubblicazione di lavori significativi, premiati dal Senato della Repubblica, alla realizzazione di una miniserra ecosostenibile, controllata da un’applicazione e di pantografi per la realizzazione di disegni su legno e su ferro. Un lavoro serio, meticoloso, quotidiano che ha reso possibile un rapporto nuovo e significativo con la realtà imprenditoriale presente sul territorio. Di tutto ciò hanno preso atto le famiglie dei vari comuni della Media Valle del Crati, iscrivendo i loro figli alla nostra scuola, consentendo così un incremento significativo ed esponenziale delle iscrizioni alla nostra scuola in un contesto di generale calo demografico». (Massimo Maneggio)

Related posts