Tutte 728×90
Tutte 728×90

“Mary Garret” vince la sua battaglia giudiziaria. La Cassazione: «Licenziamento illegittimo»

“Mary Garret” vince la sua battaglia giudiziaria. La Cassazione: «Licenziamento illegittimo»

La ballerina di Cosenza fu mandata via dalla “Scala” di Milano dopo un’intervista rilasciata a un giornale inglese, nella quale denunciava i problemi legati ai disturbi alimentari nel mondo della danza, criticando lo stesso teatro. Ma la Suprema Corte le ha dato pienamente ragione

Giustizia è fatta. La sezione Lavoro della Corte di Cassazione nella giornata di ieri ha depositato la sentenza con la quale rigetta il ricorso presentato avverso la decisione della Corte d’Appello di Milano, in sede civile, di ordinare alla Scala di Milano il reintegro immediato della ballerina cosentina Maria Francesca Garritano, in arte Mary Garret. Il suo licenziamento, insomma, fu illegittimo. La ragazza, nata a Cosenza nel 1978, fu cacciata a seguito di un’intervista rilasciata nel febbraio del 2012 al giornale inglese “The Observer”, nella quale di fatto smontava l’aura romantica del mondo della danza, denunciando i problemi legati ai disturbi alimentari, senza risparmiare critiche al Teatro alla Scala. Gli avvocati Alessandro Russo e Simone Pietro Emiliani, difensori della ballerina si dichiarano «molto soddisfatti per il risultato ottenuto. La Suprema Corte ha infatti accolto in pieno le tesi difensive, con una sentenza che pone fine al lungo travaglio della signora Garritano, ingiustamente allontanata per più di quattro anni dal Corpo di ballo». Gli avvocati confidano «che il Teatro alla Scala darà immediata esecuzione alla sentenza della Suprema Corte, reintegrando la Garritano nel posto che le spetta nel Corpo di ballo della Scala».

CLICCA QUI PER LA NUOVA PAGINA FACEBOOK DI COSENZACHANNEL – ATTUALITA’

Related posts