Tutte 728×90
Tutte 728×90

Il Cosenza regala un tempo. La Mantia poi salva i rossoblù a Melfi (1-1)

Il Cosenza regala un tempo. La Mantia poi salva i rossoblù a Melfi (1-1)

Rossoblù pessimi fino al break, poi dentro il bomber che segna di tacco e risponde al vantaggio di Giron. Errori sotto porta di Arrighini e Vutov che si fa anche espellere.

Il punto, probabilmente servirà a poco. Almeno non si è perso su di un campo difficile. E’ La Mantia a risparmiare al Cosenza una sconfitta che nel primo tempo sarebbe stata meritatissima e che nella ripresa è stata evitata da un tacco favoloso del bomber, giunto all’ottavo centro stagionale. Solo a ridosso del fischio d’inizio Roselli scioglie le riserve in merito all’undici che scenderà in campo dal primo minuto al “Valerio” di Melfi. In difesa ci saranno Ciancio e Corsi ad occupare le corsie laterali, mentre al centro sarà Blondett e non Di Nunzio a far compagnia a Tedeschi. A centrocampo confermati Fiordilino (a sinistra), Arrigoni e capitan Caccetta, con Statella che si posizionerà largo a destra. Infine in attacco la scelta é ricaduta su Cavallaro, che darà sostegno ad Arrighini. I padroni di casa rispondono invece a sorpresa con un 4-3-3 con Masini unica punta. Canotto, recordman dei professionisti italiani per il gol più veloce di sempre segnato al Matera, gioca largo a destra e viene premiato con una terga ricordo. Ugolotti, squalificato, è senza Soumarè appiedato dal Giudice Sportivo. Fino al 45′ è solo Melfi che trova il vantaggio con Giron allo scadere. Nella ripresa l’1-1 e le occasioni fallite con Arrighini e Vutov, espulso poi nel finale.
CRONACA.
1′ Partiti. Al Cosenza, in maglia bianca, il primo pallone.
6′ Canotto urla al rigore. Entra in area spalla a spalla con un avversario e si lascia andare: l’arbitro opta per il giallo.
8′ Il Cosenza risponde al 4-3-3 del Melfi adottando lo stesso modulo di gioco stringendo Fiordilino e allargando a sinistra Cavallaro.
16′ Finazzi ci prova sugli sviluppi di un calcio di punizione. Tiro alle stelle.
21′ Molto più preciso questa volta Finazzi. Perina deve distendersi alla sua sinistra e deviare. Sugli sviluppi Canotto chiama Blondett agli straordinari: solo corner però.
24′ Melfi ancora pericoloso. Masini si destreggia al limite dell’area e conclude. Perina c’è.
26′ Primo squillo del Cosenza. Arrighini riceve palla sulla trequarti, si accentra e calcia a giro. Santurro miracoloso.
34′ Petta arriva in ritardo su una punizione, palla fuori di poco.
26′ Canotto taglia dentro per Longo solo davanti a Petina. Errore clamoroso, ma a gioco fermo perché la bandierina dell’assistente era alzata. Bene la retroguardia rossoblù.
45′ Vantaggio del Melfi. Longo trova spazio sulla sinistra ricevendo un lancio lungo, penetra in area e serve l’accorrente Giron: 1-0 grazie ad un diagonale micidiale.
45′ Squadre nello spogliatoio senza recupero.
SECONDO TEMPO.
1′ Squadre di nuovo in campo senza cambi.
2′ Subito Canotto chiama in causa Perina che trattiene la sfera.
3′ Doppio cambio nel Cosenza: dentro La Mantia e Criaco per Cavallaro e Fiordilino. Si torna al 4-4-2 pieno.
14′ Pareggio del Cosenza con un gol spettacolare. Arrighini arriva sulla palla e la rimette in mezzo per La Mantia. Il bomber, di tacco, fa secco Santurro: 1-1.
17′ Cambio nel Melfi: esce per infortunio Cason ed entra Annoni che va a fare il terzino. Tocca a Silvestri stringersi al fianco di Petta.
19′ Caccetta mette davanti a Santurro Arrighini. L’attaccante rossoblù, bravissimo in occasione del pareggio, si incarta e cerca di saltare il pipelet lucano che gli ruba la sfera.
21′ Nel Melfi dentro Zane per Finazzi.
26′ Contropiede micidiale del Cosenza. Statella innesca Ciancio che arriva in area, ma serve male gli accorrenti Arrighini e La Mantia. Una chance d’oro sprecata dai Lupi.
31′ Dentro Vutov per Arrighini per il Cosenza che esaurisce le sostituzioni.
37′ Arrigoni inventa un pallone d’oro per Vutov. Solo, come Arrighini, d’esterno calcia sull’esterno della rete dando l’illusione del gol.
45′ Concessi 4′ di recupero.
45’+1 Ammonito Vutov: giallo pesante, sarà squalificato.
45’+2 Rosso diretto per Vutov per un fallo di reazione che poteva risparmiarsi.
45’+4 Squadre negli spogliatoi.

Il tabellino:
MELFI (4-3-3): Santurro; Silvestri, Cason (17′ st Annoni), Petta, Giron; Finazzi (21′ st Zane), Giacomarro, Maimone; Canotto (26′ st Ingretolli), Masini, Longo. A disposizione:  Gagliardini, Colella, Petricciuolo, Amelio, De Montis, Boscolo, Annese. All.: Amato (Ugolotti squalificato)
COSENZA (4-4-2): Perina; Corsi, Tedeschi, Blondett, Ciancio; Statella, Arrigoni, Caccetta, Fiordilino (3′ st Criaco); Cavallaro (3′ st La Mantia), Arrighini (31′ st Vutov). A disp.: Saracco, Pinna, Di Nunzio, Ventre, Parigi. All.: Roselli
ARBITRO: Morreale di Roma 1
MARCATORI: 45′ pt Giron (M), 14′ st La Mantia (C)
NOTE: Spettatori circa 700 con un centinaio di supporter rossoblù. Espuls0 al 47′ st Vutov per fallo di reazione. Ammoniti: Canotto (M), Silvestri (M), Vutov (C); Corner: 4-0 per il Melfi; Recupero: 0′ pt – 4′ st

CLICCA QUI PER LA NUOVA PAGINA FACEBOOK DI COSENZACHANNEL – ATTUALITA’

Related posts