Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza-Foggia: l’avversario

Cosenza-Foggia: l’avversario

Sono 5 le vittorie consecutive dei rossoneri che hanno appena alzato al cielo la Coppa Italia. De Zerbi trova Agnelli e Iemmello nel suo 4-3-3. Panchina per l’ex Arcidiacono?

Se non saranno tre punti, addio sogni di gloria. Ultima chiamata per il Cosenza. Quella contro il Foggia più che una partita è una vera e propria finale e nemmeno una vittoria, porterebbe per certo il Cosenza nei play-off. Ma sulla parte finale della precedente frase è meglio non soffermarsi. Si deve prima pensare a vincere e non sarà certamente facile. Il Foggia è infatti al secondo posto, ormai certo quanto meno dei play-off, e fresco vincitore della Coppa Italia di Lega Pro, trofeo che proprio l’anno scorso di questi tempi era festeggiato e celebrato a Cosenza. I rossoneri, hanno un organico costruito per vincere con (di gran lunga) il miglior attacco del torneo grazie ai 54 gol segnati (Benevento Casertana sono seconde con 46). La squadra allenata da Roberto De Zerbi è stata per lunghi tratti dell’anno, quella che tra tutte ha proposto il gioco più bello, anche se l’obiettivo del salto di categoria è tutt’oggi molto lontano e, un paio di mesi fa, la crisi di risultati e di gioco, oltre che allontanare il Foggia dalla testa della classifica ha quasi portato all’esonero di De Zerbi. La dura contestazione dei tifosi è stata la punta dell’iceberg. Da lì il Foggia si è ricompattato ed ha ritrovato vittorie e risultati. Anche se i 4 punti di distacco dal Benevento, sembrano veramente tanti quando alla fine mancano soltanto 3 giornate ed il Foggia, molto probabilmente, dovrà affidare i suoi sogni di gloria alla “lotteria” dei play-off. Al momento però, i Satanelli sono senza dubbio, la squadra più in forma del campionato con ben 5 vittorie consecutive. Quella di domani, sarà una partita speciale oltre che per il “solito” Biccio Arcidiacono (sempre ben voluto dai tifosi cosentini), anche per Giovanni Cavallaro, oggi al Cosenza, ma fino allo scorso novembre con il Foggia. Il fantasista siciliano ha raccolto in Puglia 66 presenze e 16 gol nelle due stagioni, lasciando da quelle parti un ottimo ricordo. Il Cosenza, nelle partite di campionato, ha una tradizione più che positiva con il Foggia, visto che non perde dal 1964. L’anno scorso in Calabria fu 2-2, mentre all’andata il Foggia riuscì ad avere la meglio sui Lupi per 2-0 grazie ad una doppietta di Pietro Iemmello. Proprio il bomber catanzarese è il pericolo numero 1 per Tedeschi e compagni. Iemmello è il capocannoniere del campionato con ben 20 reti messe a segno. Per quel che riguarda la formazione, De Zerbi non avrà a disposizione né il portiere Narciso e né l’attaccante Viola. Certi i rientri dalle squalifiche di Agnelli Iemmello. In dubbio De Giosa, Agostinone e Lanzaro (anche se tutti e tre andrebbero massimo in panchina). Per i rossoneri sarà 4-3-3. In porta ci sarà Micale. I due esterni saranno Angelo a destra e Di Chiara a sinistra. In mezzo Gigliotti e Loiacono. A centrocampo sicuri Agnelli e Vacca. E’ ballottaggio tra Riverola Gerbo. In avanti a destra Floriano (favorito sull’ex Arcidiacono), Iemmello e Sarno. (Alessandro Storino)

FOGGIA (4-3-3): Micale; Angelo, Gigliotti, Loiacono, Di Chiara; Agnelli, Vacca, Riverola; Floriano, Iemmello, Sarno. A disp.: De Gennaro, Coletti, Lanzaro, Agostinone, De Giosa, Gerbo, Arcidiacono, Chiricò, Sainz-Maza,Quinto, Lauriola. All.: De Zerbi

CLICCA QUI PER LA NUOVA PAGINA FACEBOOK DI COSENZACHANNEL – ATTUALITA’

Related posts