Tutte 728×90
Tutte 728×90

Roselli: “Faremo una grande gara. All’andata fui accusato in modo sbagliato”

Roselli: “Faremo una grande gara. All’andata fui accusato in modo sbagliato”

Il tecnico: “Allo Zaccheria sarebbe stato corretto imputarmi di non aver trasmesso alla squadra la necessità di difendere più alti, invece fui tacciato solo di aver preparato il match in modo difensivo”.

E’ l’ultima curva del campionato del Cosenza, poi il rettilineo che condurrà al traguardo avrà pochi ostacoli. Di solito è a questo punto che nella storia dell’epica sportiva si creano i presupposti per sorpassi clamorosi e i rossoblù vogliono scrivere la propria pagina da lasciare in dote ai tifosi, consapevoli che non sarà per nulla semplice. Il Foggia è la squadra che vanta maggiore qualità in Lega Pro e nessuno ne ha fatto mai mistero.

I CONTI DOPO. Roselli ha lavorato come al solito: concentrazione e studio meticoloso dell’avversario. “Sono del parere che il Cosenza abbia ancora molte possibilità di centrare i playoff e i conti non li faccio certo oggi”. Con il trainer umbro si è riacquistata dignità, ma potrebbe pesare più l’amarezza per non aver centrato un obiettivo che per tanti mesi sembrava alla portata. “Non sono grado a tre giornate dalla fine di affermare se sia maggiore la soddisfazione di aver migliorato il decimo posto o il rammarico per essere arrivati vicino agli spareggi. Per me nulla è deciso, ci credo. A fine campionato dirò le mie verità, potranno ovviamente non piacere e saranno opinabili come quelle di tutti”. Di sicuro è stata una settimana particolare dove si è rivisto il Roselli-motivatore apprezzato nei primi mesi di esperienza in riva al Crati. “Il post-Melfi è stato difficile. Non solo la mancata vittoria nostra, ma soprattutto il blitz della Casertana ha portato un po’ di rassegnazione negli animi dei ragazzi. Per due giorni ho fatto fatica, ma dal terzo ho rivisto i miei di nuovo sul pezzo e vogliosi di battere il Foggia”.

I PIU’ FORTI DEL CAMPIONATO. Già… il Foggia, club per cui il trainer dei Lupi non lesina complimenti. “E’ al secondo posto perché ha avuto dei problemi, visto che è senza dubbio la squadra più forte di tutte. Di certo lo è più del Benevento e forse solo il Lecce, con concetti diversi, ha le qualità dei Satanelli. Ha vinto le Coppa Italia che ha generato grande entusiasmo in Puglia, ma ho la convinzione che il Cosenza disputerà un grande match e che gli creerà seri grattacapi”. Roselli ha sfruttato il video per evidenziare nello spogliatoio alcune situazioni tattiche. “Ai ragazzi ho fatto vedere la partita dell’andata e quella pareggiata con il Benevento in casa. Sulla bilancia il timore reverenziale mostrato allo Zaccheria e il buon lavoro con i giallorossi. All’andata fui accusato ingiustamente di aver preparato una partita difensiva, invece avrei dovuto ricevere l’accusa (giusta) di non aver trasmesso ai ragazzi l’idea e il concetto di difendere più alti. Quando affronti un undici del genere, bisogna farlo in modo diverso”.

Related posts