Tutte 728×90
Tutte 728×90

Zaza e Lasagna? Macché, dalla panchina meglio La Mantia

Zaza e Lasagna? Macché, dalla panchina meglio La Mantia

I suoi gol hanno fruttato 17 punti al Cosenza, ma Roselli non lo vede titolare. A partita in corsa, meglio di lui in Italia c’è solo Gliozzi del Sudtirol.

I più grandi d’età ricorderanno Josè Altafini. L’ex attaccante italo-brasiliano ne fece quasi un mestiere a fine carriera. Il gol “all’Altafini” diventa infatti la rete nel finale di gara, segnata da un giocatore subentrato dalla panchina. Josè riuscì ad avere quasi una seconda carriera quando, ormai trentaquattrenne, approda alla Juventus nel 1972. Rimane in bianconero per 4 anni, vincendo da attore non protagonista due scudetti. In tempi più recenti, specialisti del gol “all’Altafini” diventano Daniele Massaro nel Milan di Sacchi Guerino Gottardi con la Lazio. Ai giorni nostri, tutti ricordano gli importantissimi gol che Simone Zaza sta segnando con la Juventus, nei pochissimi minuti di campoi concessi da Allegri, sempre a partita in corsa.

Oggi a Cosenza, il gol da subentrante ha un nome e cognome ben preciso: Andrea La Mantia. L’attaccante romano sta diventando uno specialista. La sua è una grande annata. E’ diventato in pochissimo tempo uno dei beniamini del Marulla (il gol al Catanzaro rimarrà nella storia) e per la prima volta in carriera è riuscito ad arrivare in doppia cifra (9 in campionato ed 1 in Coppa Italia). Roselli però, spesso non lo schiera da titolare. Escludendo gli infortuni, sono infatti solo 10 le partite nelle quali l’allenatore umbro gli ha affidato una maglia di titolare sulle 27 nelle quali La Mantia è stato disponibile. Numeri alla mano però, l’ex attaccante del San Marino, anche dalla panchina, è stato finora quasi sempre decisivo. Sono ben 6 gol i gol da subentrante. Gol pesantissimi che hanno permesso al Cosenza di portare a casa  8 punti che, sommati agli altri 3 gol tutti decisivi, fa un totale di  17 punti firmati tutti Andrea La Mantia.  Le poche speranze play-off dei lupi, passano dai suoi gol. Spulciando tra numeri e minuti giocati però, il centravanti del Cosenza non è il migliore in Italia.

Prendendo in considerazione tutti i campionati professionistici, lo specialista in assoluto dei gol della panchina, risulta essere Ettore Gliozzi, attaccante del Sudtirol in prestito dal Sassuolo. Su un totale di 9 reti complessive infatti, Gliozzi ne ha messe a segno ben 7 entrando a partita in corso, riuscendo a portare alla sua squadra ben 9 punti grazie ai suo gol “all’Altafini”. Sul podio c’è invece Kevin Lasagna. L’attaccante del Carpi, anche ieri decisivo contro l’Empoli, ha segnato tutti i suoi 5 gol in Serie A da subentrante per un totale di 7 punti che potrebbero risultare decisivi per questo sprint salvezza.

Subito sotto al podio in questa speciale graduatoria troviamo nomi importantissimi che fanno compagnia a Matteo Chinellato, oggi al Cuneo ed ex del Cosenza. Con lui, a quota 4 ci sono anche Nikola Kalinic della Fiorentina, Felice Evacuo e Andrej Galabinov entrambi del Novara. (Alessandro Storino)

CLICCA QUI PER LA NUOVA PAGINA FACEBOOK DI COSENZACHANNEL – ATTUALITA’

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it