Tutte 728×90
Tutte 728×90

Fidelis Andria-Cosenza: l’avversario

Fidelis Andria-Cosenza: l’avversario

Pugliesi miglior difesa d’Italia davanti alla Juve ed in Europa solo il Bayern di Guardiola ha fatto meglio. Mister D’Angelo conferma il 3-5-2. Mancherà Cortellini squalificato

Vincere e sperare. Quando al termine del campionato mancano 180 minuti, il Cosenza si gioca allo Stadio Degli Ulivi di Andria, le residue e risicate chance di entrare nei play-off. La formazione pugliese, con 44 punti, ha già da tempo raggiunto la salvezza da tempo e senza nessunissimo problema. L’obiettivo in queste ultime due gare è, oltre quello di non sfigurare, difendere con le unghie e con i denti l’invidiabilissimo primato di miglior difesa d’Italia tra i professionisti. La Fidelis Andria è in vantaggio sulla Juventus ed ha il compito anche più semplice, visto che a differenza dei Campioni d’Italia, dovrà giocare due match anziché tre. C’è da difendere due reti di vantaggio. Sono 16 i gol subiti dai pugliesi contro i 18 dei bianconeri. Se si allarga la statistica a tutta Europa, l’unica squadra nelle prime tre serie dei maggiori campionati europei (Italia, Germania, Francia, Inghilterra e Spagna) ad aver subito meno gol è il Bayern Monaco di Guardiola che è riuscito a subire soltanto 14 gol, mentre a 16 come la Fidelis, ci sono Atletico Madrid e Strasburgo, in National League, equivalente alla nostra Lega Pro. Insomma quello che sta facendo la difesa di mister Luca D’Angelo è qualcosa di straordinario che potrebbe rimanere nella storia. Tra l’altro, il ko subito dall’Andria a Caserta domenica scorsa, ha interrotto una serie positiva che durava da più di due mesi, periodo durante il quale il portiere Poluzzi (che oggi non ci sarà per varicocele) non ha mai subito neanche un gol. Il Cosenza andrà a scontrarsi soprattutto con questo. Anche all’andata fu una partita durissima e ci volle un eurogol di Corsi per piegare la resistenza della Fidelis per l’1-0 finale. Situazione ben diversa in fase offensiva, dove i pugliesi sono invece il quart’ultimo attacco del girone con 29 gol segnati, davanti soltanto a Catanzaro, Martina e Lupa Castelli Romani. Il migliori marcatori dei pugliesi sono Nicola Strambelli e Francesco Grandolfo con 5 reti. I più attenti ricorderanno quest’ultimo quando da giovanissimo vestiva la maglia del Bari esordendo in Serie A con una clamorosa tripletta in Bologna-Bari 0-4, partita che qualche anno dopo si rivelò però “aggiustata”. Sarà una partita speciale per il portiere del Cosenza Pietro Perina, andriese doc che non ha mai difeso la porta della Fidelis e che giocherà per la prima volta al Degli Ulivi. Per quel che riguarda la formazione, mister D’Angelo, oltre al portiere Polizzi come detto, non potrà contare sul difensore Ferrero e sul centrocampista Piccinni, anche loro infortunati e sul terzino Cortellini, appiedato dal Giudice Sportivo. D’Angelo dovrebbe confermare il 3-5-2. In porta ci sarà Cilli. I tre difensori dovrebbero essere Tartaglia, Aya e Stendardo. Sulle fasce dovrebbero agire Onescu a destra e Bangoura a sinistra. In mezzo Capellini, Bisoli e Strambelli. In avanti spazio a Grandolfo e De Vena. (Alessandro Storino)

FIDELIS ANDRIA (3-5-2): Cilli; Tartaglia, Aya, Stendardo; Onescu, Capellini, Bisoli, Strambelli, Bangoura; Grandolfo, De Vena. A disposizione: Castellano, Alhassan, Cianci, Bollino, Vittiglio, Matera, Fissore, Garcia. Allenatore: D’Angelo.

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it