Tutte 728×90
Tutte 728×90

Roselli: “Abbiamo dato il massimo. La matematica non ci condanna”

Roselli: “Abbiamo dato il massimo. La matematica non ci condanna”

Il tecnico rammaricato dopo il pari di Andria: ““Avevamo condotto la gara bene poi gli episodi finali ci hanno condannato”.

Il Cosenza pareggia e vede il quarto posto sfumare (o quasi). A disposizione, per i silani, ci sono solo 90’ e non dipenderà tutto dalla squadra di Roselli. L’ultima giornata sarà decisiva con le speranze di Caccetta e compagni, di entrare nei Play-Off, ridotte al lumicino. Dopo il pari in Puglia questo il commento del tecnico rossoblu Giorgio Roselli. “Ci dispiace, abbiamo dato il 110% e qualche volta mancano le energie. Purtroppo abbiamo fatto riaprire una partita da un punto i vista motivazionale. Poi quando gli concede il 2-3 è logico che loro le provano tutte. Alla fine abbiamo peccato di lucidità”. Non ci sono giustificazioni. Il Cosenza stecca ad Andria dopo aver ripreso una gara iniziata male. Il finale da dimenticare con i rossoblu avanti di due reti che si sono fatti recuperare in  maniera rocambolesca. In questa campionato mai i silani avevano subito tre reti in una gara (era accaduto tra le mura amiche con quattro reti subite dal Lecce). “Ogni partita ha una propria storia, si affrontano due ottime difese ma io scherzando, ieri, ho detto che sarebbe potuto finire con tanti gol. Comunque ripeto possiamo rimproverare tutto a questi ragazzi ma non l’attaccamento alla maglia che è massimo”. La fotografia della stagione. Inizio in sordina, ritorno emozionate del Cosenza e finale sciupone e maledettamente autolesionistico. La stagione della squadra di Roselli è stata ripercorsa in una gara di 90’ ad Andria. Una gara beffarda, troppo. Ora i play-off si allontano. “Beh la matematica non ci condanna quindi ci proveremo sino all’ultimo”. Poi il finale sempre sull’amarezza del pari. “Avevamo condotto la gara bene poi gli episodi finali ci hanno condannato”. (c.c.)

Related posts