Tutte 728×90
Tutte 728×90

Seconde squadre in Lega Pro, primo sì dai club di Serie A

Seconde squadre in Lega Pro, primo sì dai club di Serie A

Bocciata l’idea di un torneo Under21 in stile inglese, 18 club su 20 si sono invece detti favorevoli all’ipotesi di allestire una seconda formazione. Palla al Consiglio Federale.

L’idea esiste da anni, per provare a dare l’assalto alle tre grandi leghe europee e tornare al loro livello. Ora si sta muovendo veramente qualcosa riguardo le seconde squadre, i team B. Primo voto favorevole nella riunione convocata da Galliani, che aveva chiesto la composizione di un campionato nazionale Under 21. Difficile però creare tale campionato, visto che solo nove società avrebbero allestito una formazione per parteciparvi. Si è così passati alle squadre B, proposta che da anni trova la spinta di Tommasi e Albertini, il primo presidente dell’AIC e il secondo per anni dirigente della federazione azzurra.
L’ad della Juventus, Marotta, ha rilanciato l’idea per mettere in risalto settori giovanili nella giornata di giovedì: quasi tutti d’accordo in Serie A, tranne Verona e Lazio. Presenti i dirigenti di Fiorentina, Napoli, Roma, Inter, Milan, Atalanta, oltre ai proprietari delle squadre e ai responsabili dei settori giovanili.
Prossima tappa, il consiglio federale: “Tutto passa da lì, ma è emersa un’indicazione importante che credo debba essere recepita da tutto il sistema calcistico”. Gravina, numero uno della Lega Pro, aveva già evidenziato da tempo che le squadre B potrebbero trovare sei posti nella terza serie.
Ciò che è certo è che sarà facoltativo e non obbligatorio allestire una seconda squadra. E che, al momento, la Lega Pro rappresentata dallo stesso Gabriele Gravina è disposta ad accogliere sei squadre. (goal.com)

Related posts