Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, che beffa. Alessandria e Maceratese ai playoff con meno punti

Cosenza, che beffa. Alessandria e Maceratese ai playoff con meno punti

Definita la griglia degli spareggi promozione. I 60 punti dei rossoblù non bastano, sebbene Bocalon e compagni ne abbiano totalizzati 57 e i marchigiani 58.

Definite le griglie di quei playoff che il Cosenza avrebbe tanto voluto giocare. A guardare la composizione, però, aumenta il rammarico in casa rossoblù per ciò che sarebbe potuto essere. La stagione disputata da Arrighini e compagni è andata ben oltre le aspettative, ma quando pur facendo più punti di una quarta (l’Alessandria) e addirittura di una terza (la Maceratese) si resta fuori dagli spareggi promozione… è comprensibile interrogarsi su come compiere il salto di qualità dall’1 luglio. Il modo corretto è uno solo: alzare il tasso tecnico dell’organico mantenendo l’ossatura della squadra. E la qualità non si regala al mercato, ha un costo. Ecco perché sabato pomeriggio i tifosi hanno invitato Guarascio a mettere mano al portafogli (in foto il momento clou in tribuna, ndr). Se il presidente seguirà il loro consiglio, lo si scoprirà subito: la permanenza di Meluso e Roselli dipende dai programmi della proprietà. Con l’ambizione di competere al livello più alto, nessun problema; viceversa una stretta di mano e i saluti saranno la logica conseguenza delle cose.

SESSANTA PUNTI. Ad influire particolarmente sul finale di campionato del Cosenza è stato il girone di appartenenza. Senza ombra di dubbio il raggruppamento meridionale per storia, blasone delle antagoniste e calore delle piazze è quello più difficile. Non a caso si sono registrate differenze maggiori tra le formazioni di vetta e di coda. Dopo anni, tuttavia, il gap con il girone A si è ridotto grazie agli investimenti effettuati da club quali Pavia, Cremonese, Alessandria, Cittadella, Pordenone e Reggiana. L’Alessandria, che in estate pagò il cartellino di Bocalon all’Inter facendo sottoscrivere un triennale al bomber (14 centri, più 3 in Tim Cup…), ha chiuso a quota 57. Tre punti in meno dei Lupi. Senza storia il girone B dove la Spal ha giocato un torneo a parte. Il Pisa di Gattuso, secondo, ha chiuso a 62, mentre la Maceratese a 58. Anche in questo caso la terza classificata ha fatto meno dei rossoblù.

GLI ACCOPPIAMENTI. Il caso ha voluto che nei quarti di finale si scontrassero proprio Pisa e Maceratese. Le altre sfide vedranno di fronte Foggia e Alessandria, Pordenone e Casertana, Lecce e Bassano. Primo turno in gara secca in casa della migliore classificata, poi match di andata e ritorno dove sono previsti i calci di rigore al persistere del punteggio di parità al termine dei supplementari.

GRIGLIA PLAYOFF LEGA PRO 2015-2016
FOGGIA-ALESSANDRIA
PORDENONE-CASERTANA
PISA-MACERATESE
LECCE-BASSANO

 

Related posts