Tutte 728×90
Tutte 728×90

Il Cosenza di Occhiuzzi esce a testa alta. Il Pavia passa all’ultima curva (2-0)

Il Cosenza di Occhiuzzi esce a testa alta. Il Pavia passa all’ultima curva (2-0)

Gli Allievi giocano con il cuore, ma nella ripresa cedono ai più quotati avversari nonostante uno strepitoso Quintiero che para anche un rigore. Di Queros e Guerrini le reti decisive.

Doveva difendere l’1-0 dell’andata maturato al Marulla grazie alla preziosa rete di Ruffolo, ma al termine di 80’ giocati con il coltello tra i denti il Cosenza  scivolano all’ultima curva. Decisive le reti di Queros e Guerrini che a 4’ dalla fine manda in orbita il Pavia, bravo a ribaltare il risultato ed accedere agli ottavi di finale.

Occhiuzzi schiera la formazione che in settimana gli ha dato maggiori garanzie. A protezione di Quintiero ci sono De Luca e Bilotta in marcatura e il duo Mc Granaghan e Binetti sulle corsie laterali. A centrocampo Collocolo è il regista delle operazioni coadiuvato da Grosso. In avanti c’è Tribulato con la maglia numero nove. CRONACA. Come era logico aspettarsi è il Pavia a fare la partita alla ricerca del vantaggio, ma il Cosenza non disdegna sortite offensive specialmente sfruttando valide ripartenze. Nel primo tempo Quintiero non corre grossi pericoli, se non al 14’ quando Marrulli innesca D’Amuri. Il suo tiro però termina fuori. Il giovane pipelet dei Lupi, classe 2000, si oppone a Greco intorno alla mezzora e dimostra attenzione. Nella ripresa i biancazzurri passano subito. E’ il minuto numero 8 quando Guerrini entra in area e serve Queros ben appostato. Il tiro dell’attaccante pavese gonfia la rete e ristabilisce la parità. Il gol galvanizza i freschi vincitori del girone A che alzano con decisione il baricentro.

Da qui in avanti il protagonista assoluto diventa il numero 1 di Occhiuzzi. Al 10’ serve tutta la forza di reni di Quintiero a volare sotto la traversa per deviare in corner un fendente di Damo. Al 31’ lo scatenato Queros è steso in area di rigore con conseguente penalty. Davanti a Guerrini c’è un gatto che neutralizza il tiro e tiene a galla i suoi compagni che lo sommergono di abbracci. Al 36’, però, nemmeno Quintiero (foto a sinistra, sito ufficiale) può niente al cospetto della sassata di Damo. Il centrocampista del Pavia riceve la sfera e toglie le ragnatele dal sette: è l’acuto che regala gli ottavi di finale alla formazione lombarda.
Il Cosenza dal canto suo esce a testa alta da una competizione che l’ha visto sempre protagonista e che, anche al cospetto di un avversario più quotato come quello odierno, ha messo in mostra giovani talenti dal futuro assicurato e un allenatore che farà parlare di sé.


Il tabellino:
PAVIA: 
Criscione, Cavuoto (13’ st Argenton), Baggi, Peroni, Guerrini, Gallo, Marrulli, Damo, D’Amuri (16’ st Dioh), Greco, Queros. A disp.: Boccignone, Manicone, Gatelli, Santagostino, Manini, Bruni, Marzi. All.: Nordi
COSENZA: Quintiero, Mc Granaghan, Binetti, Collocolo, De Luca, Bilotta, Ruffolo, Grosso, Tribulato, Stranges, Canonaco. A disp.: Martino, Armentano, Mazza, Annone, Misuri, Pellegrino, Iudicelli, Gentile, Pisani. All.: Occhiuzzi
ARBITRO: Piatti di Como
MARCATORI: 8’ st Queros (P), 35’ st Guerrini (P)
NOTE: Spettatori circa 200. Al 31’ st Quintiero (C) respinge un rigore a Guerrini (P). Recupero: 1’ pt – 4’ st

Related posts