AttualitàFoto

AMMINISTRATIVE 2016 | Il Psi si presenta. Caruso: «Le opere in cantiere? Merito di Perugini» FOTO

Il capolista dei Socialisti presenta il programma elettorale e confida nelle capacità di Carlo Guccione: «La città non è solo isola pedonale, i quartieri sono stati tutti abbandonati». Rinviata la visita del ministro della Giustizia Andrea Orlando

I socialisti al fianco di Carlo Guccione. Il partito del Garofano Rosso che in Parlamento sostiene Matteo Renzi, a Cosenza ha deciso di scendere in campo facendo parte dell’Alleanza civica progressista. Il capolista del Psi è il noto avvocato penalista Franz Caruso. Prima della presentazione della lista, il segretario provinciale ai microfoni di Cosenza Channel ha fatto un’ampia analisi del programma elettorale: «Per rilanciare la città credo si debba mettere in campo un’azione per far crescere il territorio in modo uniforme. La città non è fatta solo dell’isola pedonale, perché i quartieri sono abbandonati e tutti devono avere le stesse opportunità. Dobbiamo recuperare le zone più degradate: i socialisti da sempre ritengono che piazza XI settembre sia uguale a via Popilia, a via degli Stadi, a Portapiana, a Borgo Partenope, a Sant’Ippolito e a Donnici. La città può assumere quindi un ruolo diverso nel panorama regionale», perché se da un lato «il centro offre alcune prerogative», dall’altro lato «via degli Stati può essere l’area in cui far nascere la cittadella dello Sport che noi socialisti abbiamo nel cuore. Via Popilia invece potrebbe essere la zona in cui i famosi outlet possono investire e aumentare lo sviluppo economico della zona, così come la realizzazione del nuovo ospedale a Vaglio Lise sarà lo strumento per far rivivere un quartiere che oggi vive tra più ombre che luci. Poi metterei mano anche all’ambiente: la raccolta differenziata così come viene fatta non soddisfa affatto i cittadini». psi

Il passaggio più importante riguarda le opere che il nuovo sindaco avrà il compito di completare: «Sono state finanziate dai socialisti: fu l’ex assessore regionale ai lavori pubblici Luigi Incarnato ad approvare i progetti della Giunta di Salvatore Perugini: da piazza Bilotti al ponte di Calatrava. Nulla di quanto in cantiere è stato fatto da Occhiuto, ma è merito della precedente amministrazione». Caruso spiega i motivi che hanno portato il Psi a sostenere Guccione: «Perché Carlo? Rappresenta la sintesi di un progetto politico che riguarda il centrosinistra allargato ad altre forze del territorio che esprimono il civismo di questa città. Tra l’altro Guccione è stato il consigliere regionale più votato della Calabria e siamo sicuri che una volta eletto non sarà un uomo solo al comando com’è successo nella passata consiliatura, bensì il coordinatore di una pluralità d’idee che è sicuramente un valore da tenere bene in mente». Per Caruso è una campagna elettorale che si gioca su due binari: se Guccione diventa sindaco lui entrerà come il primo dei non eletti del Pd in Consiglio regionale: «La battaglia principale è quella di riportare i socialisti in consiglio comunale visto che manchiamo da cinque anni. Poi sarà anche una battaglia per la Regione dove i socialisti mancano invece da sette anni. Cosenza è la città del socialismo meridionale».

incarnatoL’inchiesta della Procura di Cosenza ha scosso la città e ovviamente la politica, principalmente gli avversari di Occhiuto. Ma in questo caso Franz Caruso vola alto: «Per mia natura sono un garantista e fino a quando non c’è una sentenza di terzo grado ogni cittadino deve far valere la presunzione di innocenza. Il clima è quello che è, non è sicuramente ideale per sviluppare tempi importanti che dovrebbero essere affrontati in campagna elettorale. Certo, il problema c’è, ma non collego questo aspetto alle inchieste della magistratura bensì al sentire dire tra la gente che i politici sono tutti uguali: questo non è affatto vero. I cittadini devono ritornare a credere nella politica che si mette a disposizione della collettività per risolvere i problemi. Mi preoccupa questo sentimento diffuso tra la popolazione. Chi si candida a rappresentare il popolo deve avere qualità etiche e morali superiori al cittadino comune». Da domani non sarà possibile parlare di sondaggi che per Caruso non sono comunque affidabili: «Io sto con i piedi per terra e dico che è difficile fare le previsioni. Puntiamo sul programma, su un’azione amministrativa trasparente e unitaria. Infine abbiamo il dovere di far ritornare la cultura in questa città: non abbiamo una sala convegni e una stagione teatrale degna del “Rendano”». Alla presentazione della lista hanno partecipato anche il segretario regionale del Pd Ernesto Magorno, l’ex assessore regionale Luigi Incarnato, nonché coordinatore del tavolo del centrosinistra cosentina, la giornalista Chiara Buffone che ha moderato il dibattito e il candidato a sindaco Carlo Guccione che in una nota ha annunciato il rinvio della visita del ministro della Giustizia Andrea Orlando a data da destinarsi, poiché il Guardasigilli domani presenzierà al funerale di Marco Pannella a Roma. (a. a.)

IMG_1705

Tags
Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina