Tutte 728×90
Tutte 728×90

Rende, i Socialisti attaccano Manna: «Il tour nei quartieri è un controsenso»

Rende, i Socialisti attaccano Manna: «Il tour nei quartieri è un controsenso»

In una nota il Psi di Rende sottolinea come «tale iniziativa sia stata programmata per discutere di problemi di decoro urbano, quando proprio gli organizzatori della stessa sono stati coloro i quali non hanno lasciato alcuna traccia di quel decoro»

La segreteria del Partito Socialista di Rende, venuta a conoscenza del tour nei quartieri del sindaco Marcello Manna, prende la palla la balzo per criticare l’amministrazione comunale: «Abbiamo appreso nei giorni scorsi che l’amministrazione comunale ha inteso iniziare un tour nei quartieri più periferici della città di Rende, al fine di progettare interventi e condividerli con i cittadini. È paradossale – afferma Francesco Tenuta – che una tale iniziativa sia stata programmata per discutere di problemi di decoro urbano, quando proprio gli organizzatori della stessa sono stati coloro i quali non hanno lasciato alcuna traccia di quel decoro. È paradossale che un tale iniziativa sia stata programmata per confrontarsi con i cittadini e condividere insieme a loro gli interventi da adottare, quando proprio questa amministrazione ha interrotto – oramai due anni – ogni forma di comunicazione e di dialogo con la cittadinanza, rimando silente sui disagi avvertiti dalla stessa e, anzi, imponendo le sue decisioni unilateralmente (si pensi all’allontanamento dei cittadini, quando si è discusso dell’apertura della discoteca all’aperto di Villaggio Europa). È significativo, però, che un tale iniziativa sia stata programmata a distanza di due anni dalla vittoria delle elezioni del 2014. Come a dire “per due anni non ci siamo accorti dei problemi della città, adesso iniziamo (forse) a lavorare per il suo bene”». I socialisti aggiungono che        «confrontarsi con la gente, vivere la città, comprendere di che cosa ha bisogno, intraprendere percorsi amministrativi utili per la stessa, progettare, insieme coi cittadini, gli interventi strutturali da adottare, non è un’attività che può essere attuata dopo due anni di governo della città. Ma è la base da cui partire fin dal primo giorno di amministrazione. E se il governo Manna, dopo due anni, non conosce i problemi di Rende e si dipana ancora a comprenderli e a decidere con quali interventi risolverli, significa che è un governo che ancora brancola nel buio e che non si è nemmeno accorto di essere alla guida della città. Ma, soprattutto, fa sorridere che una tale iniziativa, dopo mesi di assoluto immobilismo, veda la luce dopo ben tre tappe di tour socialista e gli innumerevoli consensi raccolti».

Related posts