Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, tre giorni di fuoco. Poi venerdì Meluso e Roselli alle Final Eight

Cosenza, tre giorni di fuoco. Poi venerdì Meluso e Roselli alle Final Eight

Il ds torna oggi in città e incontrerà i calciatori in scadenza cercando di strappare loro il rinnovo. La situazione è chiara: tutti vogliono restare, ma serve uno sforzo.

In tre-quattro giorni il Cosenza ha l’occasione di mettere un punto alla questione dei rinnovi contrattuali. Il letargo in cui crolla sistematicamente il club dopo la fine di ogni campionato, dovrebbe essere interrotto entro venerdì, per poi vivere una nuova fase sonnolenta fino alla riapertura delle liste. In giornata il direttore sportivo Mauro Meluso rientrerà in città per incontrare i calciatori che ha intenzione di trattenere in rossoblù e chissà firmare pure il prolungamento. Niente biennale, solo dodici mesi. La situazione è chiara fin dal primo giorno: il tergiversare a febbraio/marzo non ha permesso al ds di chiudere accordi a cifre più basse di quanto dovrà fare ora. Non solo, perché il buon rendimento dei Lupi ha attirato le simpatie di altre società. Così, Giuseppe Statella (‘88) è finito nel mirino di Juve Stabia, Venezia e Cittadella, Simone Ciancio (‘87) piace a Pavia e allo stesso Cittadella e Angelo Corsi (‘89) è sulla lista della spesa del Lecce. Non che Andrea Arrigoni (‘88) e Marco Criaco (‘89) non abbiano estimatori, ma sembra che le rispettive posizioni siano risolvibili con meno sforzi. Tutti hanno espresso la volontà di proseguire al Marulla e parleranno con Meluso tra stasera e venerdì, perché nel week-end il direttore sportivo ha appuntamento in Emilia con Giorgio Roselli. I due vedranno fianco a fianco le Final Eight del campionato Primavera tra i campi di Sassuolo, Modena e Reggio Emilia. Si contenderanno il tricolore Juventus, Empoli, Atalanta, Torino, Inter, Palermo, Roma e Virtus Entella. (Antonio Clausi)

Related posts