Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, rinnovo complicato solo per Ciancio. In attacco è tutto da decidere

Cosenza, rinnovo complicato solo per Ciancio. In attacco è tutto da decidere

Il terzino ha ribadito a Meluso la volontà di firmare un biennale, se ne riparlerà. Per Arrigoni e Corsi l’affondo è previsto in settimana. Con La Mantia si tratta.

Chiuso il discorso con le Final Eight Primavera, Meluso è rientrato nella sua Teramo e Roselli ha fatto ritorno a Genova. Sarà quasi impossibile puntare ai baby di Inter, Juve e Roma, più semplice invece intavolare trattative con Palermo, Empoli, Entella, Torino e Atalanta. Domani pomeriggio il direttore sportivo rossoblù farà di nuovo tappa in Calabria per approfondire il discorso lasciato in sospeso con Andrea Arrigoni (‘88) e per firmare finalmente il pezzo di carta che legherà a Guarascio per il terzo Natale consecutivo.

CABINA DI REGIA. L’offerta avanzata dal club nel primo incontro non è stata ritenuta sufficiente dal centrocampista: a fronte di un anno di contratto se ne chiedono due, o in alternativa dodici mesi che possano gratificare completamente il regista. Si tratta infatti, insieme a Statella, dell’unica pedina che Roselli ritiene insostituibile. Dubbi sul fatto che alla fine arrivi la fumata bianca non ce ne sono, tanto che il ds non ha mai pensato ad un sostituto dello stesso Arrigoni. Contatti in corso con Gianni Di Marzio per Luca Fiordilino (‘96). Il mediano palermitano è favorevole ad un secondo anno di prestito, col Palermo bisogna trovare la formula migliore.

CORSIE LATERALI. Simone Ciancio (‘87) resta fermo sulle sue posizioni e chiede il prolungamento del rapporto lavorativo fino al 2018. Il terzino ligure è diventata così la vera spina della prima fase del calcio-mercato del Cosenza. Se esistono dei punti interrogativi sulle potenziali perdite, quasi tutti vanno distribuiti dopo il suo nome. Roselli gli ha espresso di recente la volontà di riaverlo in organico a luglio, ma a lui le offerte non mancano. Il Padova ha sondato il terreno, il Livorno è tornato a farsi vivo, Catania e Cittadella rimangono vigili. L’agente ha parlato con Meluso in giornata e si aggiorneranno a breve. Per Angelo Corsi (‘89) non ci saranno problemi: è uno dei fedelissimi del trainer umbro. L’accordo sarà raggiunto presumibilmente su base annuale con aumento d’ingaggio. La speranza del laterale ciociaro sono due anni perché il Lecce non ha mollato la prese. Comprensibili le aspirazioni di uno dei migliori elementi dello spogliatoio. Marco Criaco (‘89), infine, firmerà fino al prossimo giugno.

PRIMA LINEA. Non è da escludere la seconda rivoluzione consecutiva in tutti gli effettivi dell’attacco, ma l’obiettivo è cambiare poco rafforzando il pacchetto avanzato. Andrea Arrighini (‘91) aspetta di conoscere l’orientamento di Mimmo Toscano ad Avellino. Il Cosenza nel caso sarebbe interessato, da vedere a che condizioni. Andrea La Mantia (‘91) ha parlato con Meluso: il ds conosce le richieste del bomber e le valuterà nei prossimi giorni. Le parti si vedranno una seconda volta, ma il Matera è alla finestra pronto ad intervenire. Da parte del centravanti romano c’è tutta l’intenzione di indossare ancora la casacca rossoblù. Giovanni Cavallaro (‘82) discuterà i termini del rinnovo maturato grazie ai 5 gol e ai 4 assist nella seconda parte di stagione. Antonio Vutov (‘96) e Giacomo Parigi (‘96) faranno ritorno alla base. Solo il bulgaro dell’Udinese ha qualche chance. (Antonio Clausi)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it