Tutte 728×90
Tutte 728×90

Il Cosenza su Bencivenga. E Meluso ci proverà con Speranza

Il Cosenza su Bencivenga. E Meluso ci proverà con Speranza

Contatti con il terzino destro ex Foggia, ora svincolato. Per rinforzare la retroguardia i rossoblù sono tornati a prendere contatti con il granitico centrale del Teramo.

Prima di diventare operativo a tutti gli effetti, Meluso dovrà superare due livelli. Il primo riguarda il suo contratto, il secondo i rinnovi con i calciatori. Solo allora si avrà un quadro più chiaro di ciò che serve al Cosenza per alzare il tasso di qualità e quindi migliorare il quinto posto. Ad ogni modo, qualche nome è già trapelato. E’ il caso degli attaccanti tenuti sotto osservazione in Serie D (Lorenzo Musto (‘96), Giuseppe Mastinu (‘91) e Diego Allegretti (‘92), ndr), ma anche di due difensori per i quali il direttore sportivo ha iniziato a prendere contatti con i rispettivi entourage.

UNA… SPERANZA IN PIU’. Meluso lo conosce bene, così come Cappellacci ne decantava le lodi appena insediatosi. Il tecnico marchigiano chiese di prenderlo a Ciccio Marino, ma non ci fu verso perché il Teramo nutriva grandi ambizioni. Adesso però i rossoblù torneranno alla carica. Ivan Speranza (‘85) è nato a Castrovillari e in biancorosso si è imposto all’attenzione degli addetti ai lavori. Mancino naturale, è uno stopper arcigno che non ha impiegato molto a prendersi la fascia di capitano. Ha il contratto fino al 2017, ma un tentativo verrà fatto perché è di un profilo come il suo che ha bisogno Roselli e su cui si sta lavorando da giorni. C’è stata una chiacchierata con il suo agente che ora aspetta le prime mosse. Non si può parlare di trattativa, ma solo di un abboccamento. Il nuovo ds del Teramo Fabio Lupo non ha dato segnali di ridimensionamento circa gli obiettivi del club. Potrebbe essere un ostacolo, però Meluso ha buoni argomenti da utilizzare.

UNA FRECCIA SULLA DESTRA. L’altro calciatore con cui si sono registrati dei contatti, in questo caso più approfonditi, è Angelo Bencivenga (‘91). Si tratta di un terzino destro, con un buon curriculum alle spalle rispetto alla sua età. Cresciuto nel vivaio dell’Empoli e transitato nella Primavera dell’Udinese, ha fatto il suo esordio in B con il Livorno a 19 anni. Un paio di anni dopo, con la maglia della Pro Vercelli, ha ritrovato la serie cadetta vincendo i playoff della vecchia C1 e collezionando 20 presenze (e un gol), divise tra pro Vercelli e Ternana proprio in B. Dopo le ultime due stagioni a Foggia (durante le quali De Zerbi lo ha utilizzato 40 volte), a marzo scorso ha rescisso il suo contratto per motivi personali, quindi è attualmente svincolato. (Antonio Clausi)

Related posts